Home . Fatti . Esteri . Adele contro Trump: "Non usi la mia musica per la campagna elettorale"

Adele contro Trump: "Non usi la mia musica per la campagna elettorale"

ESTERI
Adele contro Trump: Non usi la mia musica per la campagna elettorale

Adele premiata per il miglior album dell'anno nel 2012 ai British Music Awards (Fotogramma)

A Donald Trump non è bastato essere un fan sfegatato di Adele per guadagnarsi la sua simpatia. La cantante britannica ha infatti proibito all'aspirante candidato repubblicano alla Casa Bianca di utilizzare la sua musica come colonna sonora della campagna elettorale. A darne notizia è l'Indipendent, che riporta la dichiarazione al giornale di un portavoce dell'artista.

Nel corso dei tanti dibattiti in giro per l'America, Trump aveva più volte utilizzato le canzoni di Adele, da 'Rolling in the deep', inno del lancio della candidatura, fino a 'Skyfall'. Il repubblicano d'altra parte non aveva mai nascosto la sua passione per l'artista, tanto da presenziare a un suo concerto a New York lo scorso anno e da aver utilizzato proprio musica e testo del tema principale di '007- Skyfall' in chiusura di un apocalittico discorso sul futuro dell'America: "Lascia che il cielo cada, quando si sbriciolerà - recita il testo - noi saremo qui a testa alta e lo affronteremo insieme".

Un utilizzo disinvolto che non era piaciuto ai tanti fan della cantante, che avevano anche sonoramente protestato sui social network. Proteste che si sono estese anche contro un altro candidato repubblicano alla Casa Bianca, Mike Huckabee, la cui cover del video di 'Hallo' ha prima scatenato le ironie dei social per poi essere 'silenziata' e quindi rimossa da Youtube.

Ora, a mettere la parola fine alle polemiche è proprio Adele, che lo fa attraverso una stringata dichiarazione rilasciata dal portavoce: "Adele - ha infatti dichiarato all'Indipendent - non ha dato il permesso di utilizzare la sua musica per alcuna campagna elettorale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.