Home . Fatti . Esteri . Naufragio al largo dell'Egitto, si aggrava il bilancio: recuperati 162 corpi

Naufragio al largo dell'Egitto, si aggrava il bilancio: recuperati 162 corpi

ESTERI
Naufragio al largo dell'Egitto, si aggrava il bilancio: recuperati 162 corpi

(Afp)

Continua a salire il bilancio delle vittime del naufragio di mercoledì nelle acque egiziane al largo di Kafr el-Sheikh al confine del governatorato settentrionale di Buhayra. Sono 162 i cadaveri dei migranti recuperati finora, come spiega il sito del quotidiano al-Ahram citando autorità locali.

La guardia costiera egiziana sta continuando le ricerche dei dispersi, considerando che si stima che sull'imbarcazione naufragata viaggiassero 600 persone secondo alcune testimonianze, 450 secondo altre. In ogni caso molto di più della capacità di portata della barca, al bordo della quale avrebbero potuto viaggiare non più di 150 persone.

Sono 164 le persone tratte in salvo dalla guardia costiera, tra cui quattro scafisti, 117 migranti egiziani e 43 stranieri (tra cui anche cittadini siriani e libici) che cercavano di attraversare il Mar Mediterraneo per raggiungere l'Europa. Tra le vittime si contano molte donne e bambini. I sopravvissuti hanno raccontato di essere rimasti per sette ore in mare prima di essere rintracciati e che le vittime sono soprattutto donne e bambini che non sapevano nuotare.

I quattro scafisti sono stati arrestati ieri con l'accusa di traffico di esseri umani, omicidio colposo, uso di nave da pesca per scopo diverso e lesioni illecite.

Quest'anno sono circa 206.400 i migranti e i rifugiati che hanno varcato il Mar Mediterraneo, secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni. Tra gennaio e giugno sono più di 2.800 le persone morte in mare, contro le 1.838 dello stesso periodo dello scorso anno.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI