Home . Fatti . Esteri . Londra, addio ai 'Bobby' disarmati? Un sondaggio per decidere

Londra, addio ai 'Bobby' disarmati? Un sondaggio per decidere

ESTERI
Londra, addio ai 'Bobby' disarmati? Un sondaggio per decidere

(Afp)

L'immagine tradizionale del 'Bobby' che gira per le strade di Londra armato solamente di buon senso - e autorevolezza - potrebbe presto finire nel cassetto dei ricordi. Sull'ondata dell'allarme terrorismo che percorre l'Europa, la Metropolitan Police Federation (Mpf), il sindacato dei poliziotti londinesi, ha lanciato un sondaggio tra i suoi 32mila iscritti. La domanda è semplice: volete essere armati?

Poliziotti dotati di pistole e fucili automatici non sono una novità assoluta nella capitale britannica e nel resto del Regno Unito. Il loro numero negli ultimi anni è cresciuto con l'avanzare della minaccia terroristica e con l'aumento degli episodi di violenza in alcune aree delle grandi città. Negli ultimi mesi, le autorità di polizia hanno deciso di aumentare di 1.500 unità su scala nazionale il numero di poliziotti armati. Nella sola Londra, verranno aggiunti altri 600 'armed officers', portando il totale a 3mila.

L'Mpf intende chiedere ai suoi iscritti se, a fronte della crescente minaccia terroristica, testimoniata dai recenti attentati in Europa, sono disposti a dotarsi di pistole o Taser (la 'pistola elettrica'). "Se risulterà che la stragrande maggioranza vuole essere armata, allora dovremo avere una discussione molto franca sulla questione", ha detto Ken Marsh, il presidente del sindacato, secondo quanto riporta la Bbc.

Il risultato del sondaggio, che si concluderà alla fine di gennaio, potrebbe avere "molte implicazioni", compresa la necessità di un addestramento più severo per gli agenti, ha aggiunto Marsh. Scotland Yard nel frattempo ha preso le distanze dall'iniziativa del sindacato. "La posizione della Metropolitan Police e del capo della polizia è chiara: siamo fieri di mantenere la tradizione che la polizia in questo Paese di norma non sia armata", ha detto un portavoce, escludendo cambiamenti per il futuro.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI