Home . Fatti . Esteri . La risposta di Starbucks a Trump: "Assumiamo 10mila rifugiati"

La risposta di Starbucks a Trump: "Assumiamo 10mila rifugiati"

ESTERI
La risposta di Starbucks a Trump: Assumiamo 10mila rifugiati

(FOTOGRAMMA)

Un piano per assumere 10mila rifugiati in 5 anni in 75 Paesi. E' il progetto che il Ceo di Starbucks, Howard Schultz, ha presentato in una lettera inviata ai dipendenti con oggetto: 'Living our values in uncertain times' ('Realizzare i nostri valori in tempi incerti').

"In tutto il mondo abbiamo una lunga storia di assunzioni dedicate ai giovani in cerca di opportunità e di un nuovo percorso di vita. Ecco perché stiamo raddoppiando gli sforzi su questo tema", si legge, per "accogliere e creare nuove opportunità per tutti coloro che fuggono da guerre, violenze, persecuzioni e discriminazione".

Ci sono più di 65 milioni di cittadini del mondo che hanno avuto il riconoscimento di status di rifugiato dalle Nazioni Unite, ricorda Schultz, e "noi vogliamo dare il via al nostro impegno qui negli Stati Uniti", cominciando "lo sviluppo di un piano quinquennale di assunzioni che coinvolga 10mila rifugiati nei 75 Paesi in cui Starbucks ha il proprio business".

Nella sua lettera, l'amministratore delegato ha anche voluto sottolineare la sua "profonda preoccupazione", scrivendo ai dipendenti con "il cuore pesante" a proposito della scelta del neopresidente Donald Trump di bloccare l'immigrazione (con la sospensione per tre mesi dell'ingresso negli Stati Uniti per i cittadini di sette Paesi musulmani: Siria, Libia, Iran, Iraq, Somalia, Sudan e Yemen).

"Siamo tutti testimoni della confusione, della sorpresa e della contrarietà" che si sono manifestati dopo "l'ordine esecutivo che il presidente Trump ha emesso venerdì"; provvedimento che coinvolge anche i rifugiati in fuga dai Paesi in guerra. Per questo, scrive Schultz, "posso assicurarvi che il nostro team si è subito messo in contatto con tutti i partner sui quali l'ordinanza sull'immigrazione va ad impattare. Stiamo facendo tutto il possibile per sostenerli e aiutarli ad attraversare questo periodo pieno di confusione".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI