Home . Fatti . Esteri . Russiagate, nominato il grand jury

Russiagate, nominato il grand jury

ESTERI
Russiagate, nominato il grand jury

(Afp)

Il 'grand jury' nominato a Washington dallo 'special counsel' sul Russiagate, Robert Mueller, è al lavoro già da alcune settimane nel quadro della sua inchiesta su possibili collusioni fra il Cremlino e la campagna di Trump, scrive il Washington Post citando due persone al corrente dell'inchiesta, secondo cui questo sviluppo testimonia come prosegua in modo "aggressivo" il lavoro per la raccolta di elementi di prova. Il New York Times precisa che in questo periodo, da alcune settimane cioè, il nuovo 'grand jury' sul Russiagate, ha già formalizzato mandati.

Da tempo, si parla di settimane se non mesi, Mueller sta ampliando il team legale che lavora sull'inchiesta, team a cui si è aggiunto di recente Greg Anders, un avvocato specializzato in reati economici e finanziari e corruzione internazionale che aveva già lavorato al Dipartimento della giustizia. L'inchiesta di Mueller ora include anche la questione del licenziamento del direttore dell'Fbi James Comey e dell'eventuale ostruzione alla giustizia da parte di Trump con questa mossa.

Il 'grand jury' di Washington si affianca a quello, al lavoro da prima della nomina di Mueller lo scorso maggio, di Alexandria, in Virginia, concentrato sui casi di Paul Manafort e Michael Flynn. Ma il 'grand jury' di Washington, scrive il NYT, ha formalizzato provvedimenti per l'acquisizione di "documenti sugli affari" dell'ex Consigliere per la sicurezza nazionale. Non è chiaro se i recenti mandati investano altri esponenti della campagna di Trump.

La nomina del 'grand jury' a Washington "mi arriva come notizia, ma come notizia positiva nel senso che indica che potrebbe accelerare una soluzione del lavoro di Mueller che la Casa Bianca ha tutto l'interesse a vedere conclusa in modo giusto. Come abbiamo detto in passato, siamo pronti a cooperare pienamente con Mueller", ha commentato Ty Cobb, il consulente legale della Casa Bianca.

Intanto, due diverse coppie di senatori democratici e repubblicani hanno messo a punto altrettanti provvedimenti per impedire al presidente Donald Trump di licenziare Mueller, vincolando eventuali decisioni in questo senso a una valutazione di tre giudici federali.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI