Home . Fatti . Esteri . Furia Irma corre verso Miami

Furia Irma corre verso Miami

ESTERI
Furia Irma corre verso Miami

(Afp)

Almeno sedici morti, compresi due a Porto Rico. È il bilancio provvisorio delle vittime dell'uragano Irma che ha colpito i Caraibi. Quello che i meteorologi definiscono "il più catastrofico uragano di sempre" ha distrutto il 95% dell’isola di Barbuda. La gran parte degli abitanti è rimasto senza casa.

Nelle Antille francesi è di 9 morti, 112 feriti e 7 persone disperse il bilancio dell'uragano Irma secondo quanto reso noto dal ministro degli Interni Gerard Collomb.

Prossimi obiettivi di Irma, che nel frattempo è stato declassato a categoria 4 su una scala di 5 continuando comunque a procedere la sua corsa con venti fino a 250 chilometri all'ora, sono Repubblica Dominicana e Haiti. E poi nel suo 'mirino' ci saranno Bahamas e Cuba, dove 36mila turisti stranieri sono stati evacuati.

Nel fine settimana l'uragano dovrebbe toccare terra negli Stati Uniti, dove è stato proclamato lo stato di emergenza su entrambe le coste della Florida e già da ore è in atto un vero e proprio esodo dalla contea di Miami.

Le autorità della Florida hanno emanato ieri mattina l'ordine di evacuazione obbligatorio per le aree "rosse" ovvero in particolare Miami Beach e Key Biscayne, dove l'uragano Irma dovrebbe impattare nella giornata di domenica anche se - avvisano le autorità - i venti precederanno anche di 36 ore l'arrivo di Irma. Quello che spaventa di più sono le onde previste tra i 3 ed i 5 metri di altezza che potrebbero portare ad una inondazione delle aree della città più vicine al mare con acqua ad almeno un metro. Gli alberghi hanno chiesto ai turisti di lasciare le loro stanze per procedere alla messa in sicurezza delle strutture. Molto si sono riversati negli aeroporti nella speranza di poter ripartire o noleggiare un auto per poter evacuare creando notevole caos. Chiusi anche i servizi principali, banche e distributori di benzina di benzina.

L''ultimo bollettino emanato parla di impatto "catastrofico" nelle aree di Everglades, South Miami, Coral Gable, Miami beach e Downtown.

La Società elettrica FPL ha diramato un comunicato nel quale si prevede la possibile distruzione di molte strutture di distribuzione dell'energia elettrica, anticipando un probabile blackout.

Intanto è fuga da Miami: il fiume di macchine messosi in moto dalla città si dirige verso la Georgia, anche se la destinazione più sicura sembra essere l'Alabama. Purtroppo l'emergenza benzina è ai massimi livelli. Nessun distributore sembra più disporre di benzina e la lunga coda di auto rischia di doversi fermare senza poter raggiungere gli Stati limitrofi.

TRUMP - "Sono molto, molto preoccupato. Siamo di fronte a venti di una forza mai vista": così il presidente americano, Donald Trump, commenta l'avvicinarsi dell'uragano Irma verso le coste della Florida. "Gli Stati Uniti sono preparati al massimo ad affrontare questa emergenza", ha aggiunto Trump.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI