Home . Fatti . Politica . Berlusconi: "Capo dello Stato? Assurdo che lo votino 148 deputati incostituzionali"

Berlusconi: "Capo dello Stato? Assurdo che lo votino 148 deputati incostituzionali"

POLITICA
Berlusconi: Capo dello Stato? Assurdo che lo votino 148 deputati incostituzionali

"E' importante ricordare che non siamo più in una democrazia, che abbiamo il terzo governo non eletto, Renzi fa il premier con 108.000 voti presi alle elezioni di Firenze, che la maggioranza si basa su 148 deputati incostituzionali. Quindi come si può pretendere di far votare le riforme costituzionali e il presidente della Repubblica da questi deputati? Sono cose assurde nel momento di a-democrazia che sta vivendo il nostro Paese". Lo ha detto il presidente di Fi, Silvio Berlusconi, in un intervento telefonico a una manifestazione sulle tasse, organizzata da Forza Italia a Roma e trasmessa dal Tgcom24.

"Sarebbe bene che il nome del prossimo presidente della Repubblica non uscisse direttamente dall'area culturale della sinistra". Intanto il consigliere politico di Fi, Giovanni Toti, intervistato da Maria Latella su Skytg24, spiega come "potremmo avere un presidente più indipendente se fosse fuori da questi giochi". "Il nome di Giuliano Amato è stato fatto solo come ipotesi. Non è la prima volta che circola il suo nome. E' una risorsa della Repubblica. E' un nome spendibile, ma non l'unico", ha poi aggiunto.

Sul Quirinale interviene dal Pd Stefano Fassina, che dai microfoni di Sky spiega che serve una scelta condivisa con i Cinquestelle: "Rimango convinto che sia necessario procedere a una scelta insieme alle opposizioni. dobbiamo fare di tutto affinché ci siano i parlamentari del M5S che rappresentano un pezzo importante del Parlamento e del Paese. Quando dico che il prossimo candidato al Quirinale dovrà avere autorevolezza, indipendenza e capacità di unire il Paese, intendo dire che queste caratteristiche deve averle per poter coinvolgere anche l'opposizione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.