Home . Fatti . Politica . Campania, Iervolino: "Impresentabili? Liste Pd pulite ma Renzi doveva vigilare meglio"

Campania, Iervolino: "Impresentabili? Liste Pd pulite ma Renzi doveva vigilare meglio"

POLITICA
Campania, Iervolino: Impresentabili? Liste Pd pulite ma Renzi doveva vigilare meglio

Rosa Russo Iervolino (Infophoto)

Renzi, in qualità di segretario del Pd, "è tenuto a vigilare sulle liste interne e collegate: è innegabile che è grave che questo non sia stato fatto fino in fondo". Così all'AdnKronos Rosa Russo Iervolino, già sindaco di Napoli e più volte ministro, interviene sulla questione degli 'impresentabili', oggetto di verifica della commissione parlamentare antimafia per le elezioni regionali del 31 maggio. "L'impressione di un cittadino elettore è di vivere una situazione irreale - prosegue Iervolino - In un Paese civile e in una democrazia normale si dovrebbe dare per scontato che chi si candida a una carica pubblica abbia le carte pulite e questo purtroppo non è".

"Io apprezzo molto il lavoro che sta facendo Rosy Bindi in commissione antimafia e capisco le difficoltà concrete - prosegue Iervolino - perché se ci sono stati ritardi dalle prefetture non possono giudicare senza documenti, ma sottolineo la gravità, per l'elettore che domenica mattina deve recarsi alle urne, di sapere solo all'ultimo momento se corre il pericolo di votare un impresentabile. Questo è un lavoro che andava fatto almeno 15 giorni fa".

"Io prendo atto con piacere del fatto che non ci sia nessun impresentabile nel Pd, su questo non c'è dubbio, finora è così e non ci fa che piacere - aggiunge - ma non trovo grande differenza se gli impresentabili siano nella lista del partito o in quello della lista collegata al partito: sarebbe come dire io non ho rubato ma lo ha fatto una persona che è mia amica e vota per me. Questo devo dire mi lascia un profondo amaro in bocca". Iervolino, citando le elezioni in Spagna, aggiunge: "Non mi pare ci siano stati fenomeni simili, il fatto che sia un fenomeno se non esclusivamente ma prevalentemente italiano mi fa vergogna".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.