Home . Fatti . Politica . Toto-nomi per vicesindaco di Roma, 'no' di Orfini e Bonaccorsi

Toto-nomi per vicesindaco di Roma, 'no' di Orfini e Bonaccorsi

POLITICA
Toto-nomi per vicesindaco di Roma, 'no' di Orfini e Bonaccorsi

Il commissario del Pd Roma, Matteo Orfini, e la deputata democrat, Lorenza Bonaccorsi, non intendono prendere il posto lasciato vacante dall'ormai ex vicesindaco di Roma Luigi Nieri. I nomi di Orfini e Bonaccorsi erano tra quelli circolati e, secondo indiscrezioni di stampa, in 'pole' per assumere l'incarico nell'ambito di un possibile rimpasto nella giunta capitolina, ma entrambi, parlando all'Adnkronos, escludono l'ipotesi.

"Assolutamente no", dice Orfini commentando le notizie delle ultime ore sui possibili nomi che potrebbero sostituire Luigi Nieri dopo le dimissioni rassegnate ieri sera. "Tutti i nomi che sono usciti sono sciocchezze - sottolinea Orfini - Noi non abbiamo nemmeno cominciato a discutere dei temi programmatici, figuriamoci di eventuali rimpasti, che non decide il Pd ma eventualmente il sindaco di Roma: sta a lui stabilire se la squadra va innovata o meno".

Orfini, che sottolinea che "non c'è alcuna preoccupazione per quello che sta accadendo" in Campidoglio, si rivolge poi a Nieri: "Voglio ringraziarlo per il lavoro fatto e per il modo in cui ha aiutato la città in questi mesi e anni complicati. Il suo gesto dimostra ancora una volta la sua statura di uomo". "Ora siamo in attesa del giudizio di Alfano sull'eventuale scioglimento del Comune - prosegue Orfini - Se dirà, come speriamo, che si può andare avanti, apriremo una rapida discussione, insieme a Sel e agli altri, su come far ripartire la città e rendere incisiva l'azione amministrativa nel percorso già delineato. Attendiamo solo il giudizio di Alfano e poi ci riuniremo". Quanto al rischio che le dimissioni di Nieri possano aprire tensioni con Sel, Orfini lo esclude: "Non ci sono tensioni con Sel. Come Nieri ha ribadito è una sua scelta personale, che non ha nulla a che fare con i rapporti tra il Pd e Sel, che sono e restano buoni. Sel ha posto temi programmatici importanti su cui è importante discutere insieme".

Secondo Bonaccorsi si tratta solo di "fantasie di luglio". La deputata e presidente dell'assemblea del Pd Lazio sottolinea che "non c'è stato nessun contatto, sono fantasie di luglio. Io - precisa - sto facendo la parlamentare, sono membro della segreteria nazionale del Pd, sto facendo quello per cui sono stata eletta e continuerò a fare questo". Sul futuro della giunta e dell'amministrazione guidata da Ignazio Marino, Bonaccorsi aggiunge: "Ci sono il sindaco e il commissario che si devono occupare di queste cose. Orfini fa benissimo quello che sta facendo ed è giusto che si segua la linea del commissario".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.