Home . Fatti . Politica . Milano, Grillo: "Candidato sindaco Pd scelto da cinesi". Renzi: "Loro votano con i click"

Milano, Grillo: "Candidato sindaco Pd scelto da cinesi". Renzi: "Loro votano con i click"

POLITICA
Milano, Grillo: Candidato sindaco Pd scelto da cinesi. Renzi: Loro votano con i click

Voto per le primarie del Pd a Milano (Fotogramma)

"Il candidato sindaco Pd a Milano non sarà scelto dai milanesi o dai militanti Pd (esistono ancora?) ma da cinesi che sanno a malapena parlare l'italiano. Un #PdMadeInChina". Lo scrive sul suo blog Beppe Grillo. "Le primarie Pd sono taroccate - accusa il leader M5S - Il presidente di seggio della sezione Lama a Milano ha detto: 'Una partecipazione cinese inaspettata alle primarie del centrosinistra di Milano e una serie di operazioni sospette: non capiscono e non sanno leggere l’italiano e aprono la scheda per sapere dov’è il nome. Il sospetto che non ci fosse questa consapevolezza di cittadini che sanno cosa stanno facendo io l’ho maturato'".

"Le cronache raccontano che 'alcuni cinesi si sono registrati e hanno aspettato le indicazioni per votare, altri hanno fatto riferimento alla traduttrice e altri ancora giravano per la sezione chiedendo ingenuamente ai rappresentanti ai seggi per chi avrebbero dovuto esprimere la preferenza' e che 'alcuni cinesi assistevano, altri volevano entrare per accompagnare l’amico e insegnargli come votare. Dopo 1,2,3 operazioni sospette ho deciso che doveva entrare un cinese alla volta'", da qui l'attacco di Grillo, al suono di "#PdMadeInChina".

Matteo Renzi dall'appuntamento con i giovani dem 'Classe democratica' ribatte così alle polemiche aperte da Grillo sulle 'file cinesi': "Hanno sempre da ridire sulle nostre primarie con migliaia di cittadini a votare, quando loro votano con i click. Noi siamo gli unici che hanno il coraggio di votare. Mi ricordano tanto un mio amico che non sapeva giocare e vedeva la partita in tribuna, per poi criticare. Eppure era in tribuna, manco in panchina", conclude.

Non si è fatta attendere la replica el vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, membro del direttorio MSS, che su Facebook ha risposto così alle parole di Renzi: "Il Movimento 5 Stelle seleziona i propri candidati con i 'click' (come dice qualcuno), in maniera onesta e facendo crescere gli aventi diritto al voto passo dopo passo, senza iscrizioni fittizie o l'ansia di proclamare numeri clamorosi".

Intanto, alle ore 16 sono 41.420 gli elettori, compresi quelli di ieri, che hanno votato alle primarie del centrosinistra a Milano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.