Home . Fatti . Politica . Conferenza anti-vaccini alla Camera, deputato Mdp nella bufera

Conferenza anti-vaccini alla Camera, deputato Mdp nella bufera

POLITICA
Conferenza anti-vaccini alla Camera, deputato Mdp nella bufera

(Fotogramma)

E' bufera per la conferenza stampa 'Libertà di scelta per vaccinarsi in sicurezza' organizzata per domani alla Camera dal deputato Mdp Adriano Zaccagnini. "La conferenza stampa riguarda tutti quegli elementi che ad oggi sono mancanti per un'offerta vaccinale veramente in sicurezza", dice il parlamentare. "I vaccini -aggiunge- sono un importante traguardo della scienza, ma non si può prescindere da un utilizzo consapevole ed informato di questi. La conferenza stampa organizzata da me a titolo personale, ma sono fiducioso che nelle prossime settimane questi contenuti possano essere adottati da tutto il mio Gruppo e da altri Gruppi, vuole finalmente rappresentare un punto di vista di buon senso nel clima comunicativo inquinato dai radicalismi, distratto dai contenuti e dal merito sui quali è invece necessario soffermarsi".

L'iniziativa, bocciata senza appello anche da altri esponenti Mdp, viene stigmatizzata dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. "Ancora una volta i paladini dell'anti-scienza tentano blitz nelle sedi istituzionali per cercare di dare visibilità a tesi anti-vax basate sul nulla, su dicerie anti scientifiche contestate da tutta la comunità e dagli istituti internazionali. I risultati, i danni di questa informazione fasulla, purtroppo si vedono, con il gravissimo ritorno di malattie che erano state debellate proprio grazie ai vaccini, come il morbillo o la polio", dice. "Nonostante gli allarmi lanciati dall'Oms e in tutti i Paesi occidentali, ci ritroviamo a dover contrastare le falsità sul web e conferenze stampa imbarazzanti", conclude.

La presidente della Camera, Laura Boldrini, è contro ogni azione di disinformazione sull'uso dei vaccini, ma non può sindacare sulle richieste di utilizzo della sala conferenza stampa di Montecitorio da parte di singoli deputati. Diverso sarebbe se la domanda riguardasse altre sale delle sedi della Camera, spiega in una nota il portavoce della presidente, Roberto Natale. “Le comprensibili contestazioni che stanno montando verso la conferenza stampa convocata per domani dall’onorevole Zaccagnini nella sala stampa di Montecitorio impongono di ribadire quali siano le regole in vigore alla Camera, applicate anche di recente in altri casi che avevano suscitato polemiche".

"L’uso della sala per le conferenze stampa di Montecitorio -sottolinea Natale- viene concesso sulla base della semplice richiesta dei singoli parlamentari. Né gli uffici della Camera, né la presidenza possono esprimere valutazioni sul merito della conferenza stampa stessa, che è di piena ed esclusiva responsabilità del deputato che la organizza. Diverso sarebbe stato l’atteggiamento qualora l’avvenimento si fosse svolto in una delle varie sale di rappresentanza della Camera: in quel caso la presidenza avrebbe avuto titolo per vagliare il tema proposto e quindi concedere o negare l’uso dello spazio".

"Quanto infine al merito della questione vaccini, la posizione tenuta dalla presidente della Camera -conclude il portavoce- non dà adito ad equivoci. Basti ricordare la campagna #bastabufale da lei lanciata due mesi fa contro le fakenews: 'le bufale possono provocare danni reali alle persone, come si è visto anche nel caso dei vaccini pediatrici', dice il testo del suo appello. La negazione del valore dei vaccini, ha ripetutamente affermato in interviste e articoli la presidente della Camera, è un grave caso di disinformazione”.

"Non ci sono altre verità sui vaccini", tuonano i medici e pediatri del Board del calendario vaccinale per la Vita. Il Board, riunitosi oggi a Roma presso la sede Società Italiana di Pediatria, esprime la più viva preoccupazione per l’evento, rilevando come, "in ambito scientifico nazionale ed internazionale, la verità sui vaccini sia unica ed acclarata ed è quella espressa dalla comunità scientifica e dalla letteratura mondiale".

"Iniziative come queste - scrivono i pediatri e i medici del Board Fausto Francia, Alberto Villani, Silvestro Scotti, Giampietro Chiamenti e Pasquale Giuseppe Macrì - potrebbero contribuire all’ulteriore decremento delle coperture vaccinali con il conseguente aumento di malattie prevenibili, come dimostrato dagli osservatori epidemiologici e come riferito dai media".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI