Home . Fatti . Politica . Berlusconi: "Cosa mi piace di Trump? La moglie"

Berlusconi: "Cosa mi piace di Trump? La moglie"

POLITICA
Berlusconi: Cosa mi piace di Trump? La moglie

(Fotogramma)

"Di Trump mi piace la moglie, per la bellezza, lo stile e il fascino". Così Silvio Berlusconi in un'intervista a David Parenzo, per 'L'aria che tira', in onda su La7. Nella chiacchierata, oltre a concedersi una battuta su Melania Trump, il leader di FI si sofferma ovviamente sulla situazione politica italiana. "Trump è il Berlusconi americano? Se ne dicono tante, lasciamoli dire... Di Trump mi piace molto, come piace a moltissimi uomnoni e donne, Melania: per la sua bellezza, per il suo stile e anche per il suo fascino. Non l'ho conosciuta, ma ho sentito tanti pareri favorevoli. Anche i democratici in America non hanno critiche da rivolgerle".

RENZI - Quando venne ad Arcore, Matteo Renzi "mi piacque molto, ebbi soprattutto la netta impressione di non trovarmi di fronte ad un comunista", mentre i comunisti "esistono, sono un piccolo partito, quelli con D'Alema, Bersani eccetera, ancora nostalgicamente legati alle vecchie ideologie comuniste", dice Berlusconi.

PRODI - Ad un ritorno di Romano Prodi nell'agone politico "non ci credo proprio, perchè lui ha dichiarato che gli piace fare il nonno e devo dire che fare il nonno è molto più bello e molto più di soddisfazione che fare politica", afferma l'ex premieri.

M5S - "I Cinquestelle non hanno né arte né parte. Un movimento che cambia idea su tutto, i veri professionisti della politica: gente che prima delle elezioni non faceva niente", dice rispondendo ad una domanda sui grillini.

ELEZIONI - "Credo voteremo a febbraio o marzo 2018. Mi piacerebbe riuscirci con una legge proporzionale, l'unica che rispetta il volere degli elettori in un sistema tripolare. Spero ancora di riuscire a vararla", afferma.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI