Home . Fatti . Politica . Ecatombe Pd nella 'rossa' Emilia Romagna: battuto in 5 comuni su 5

Ecatombe Pd nella 'rossa' Emilia Romagna: battuto in 5 comuni su 5

POLITICA
Ecatombe Pd nella 'rossa' Emilia Romagna: battuto in 5 comuni su 5

(Fotogramma)

L'Emilia-Romagna diventa meno rossa. Nella regione considerata granaio di voti del centrosinistra, il Pd perde in tutti e 5 i Comuni andati ai ballottaggi. A Parma, Federico Pizzarotti, l’ex M5S ora alla guida della lista civica ‘Effetto Parma’  è stato riconfermato alla guida della città ducale incassando il 57,9 delle preferenze. Una rielezione che porta amarezza sia in casa Pd, visto che il candidato Pd Paolo Scarpa ha visto sfumare il tentativo di riportare, dopo ben 19 anni, il centrosinistra alla guida della città emiliana, che in casa 5 Stelle, visto che il Movimento, invece, non è arrivato al ballottaggio e non entrerà neppure in Consiglio comunale. Pizzarotti si prende così la rivincita sui grillini e su Grillo che con lui non è stato certo tenero. 

A Piacenza, la seconda città capoluogo chiamata alle urne, ha vinto la candidata per il centrodestra, l'avvocato Patrizia Barbieri, appoggiata dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini che ha presentato la sua candidatura. Barbieri ha battuto l'economista Paolo Rizzi, avversario del centrosinistra. Delusione per i Democratici anche negli altri 3 Comuni emiliano-romagnoli superiori ai 15mila abitanti. A Budrio (Bologna), la città tristemente nota per le gesta di Norbert Feher alias Igor Vaclavic, il killer serbo ancora latitante che ha ucciso un barista del luogo, si è assistito addirittura ad un ribaltone.

Il sindaco Pd, Giulio Pierini, favorito al primo turno, è stato battuto dal civico Maurizio Mazzanti che ha raccolto attorno a sé anche buona parte dei grillini delusi dal Movimento. A Budrio il centrosinistra governava sin dal dopoguerra. Il centrodestra si riconferma a Riccione con il bis di Renata Tosi (sconfitta la Democratica Sabrina Vescovi) e vince a Vignola, nel Modenese, con la vittoria del leghista Simone Pelloni (sostenuto anche da Forza Italia) contro Paola Covili del Pd.

Nella lista dei Comuni superiori ai 15 mila abitanti in cui si votava c’è anche Comacchio dove, al primo turno, il centrosinistra ha perso e si è aggiudicato la poltrona il sindaco uscente Marco Fabbri, a capo di una lista civica ma, fino al 2014, appartenente al M5S da cui è stato espulso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.