Home . Fatti . Politica . Conte: "Tria? Non esiste che lasci"

Conte: "Tria? Non esiste che lasci"

POLITICA
Conte: Tria? Non esiste che lasci

(Afp)

"Il ministro Tria è il cerbero dei conti, il loro custode arcigno. Ma non esiste che lasci il governo. Attenzione, peraltro, a non considerarlo un corpo estraneo a questo esecutivo. E' parte attiva e coinvolta nel tentativo di ottenere dall'Europa spazi di manovra che ci permettano di cambiare le cose". In un colloquio con il 'Corriere della Sera' il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, smentisce le voci di contrapposizioni con il titolare dell'Economia, Giovanni Tria.

Nel colloquio con il quotidiano di via Solferino, il premier affronta anche il discorso Nato ed Europa. "Per me la moneta unica europea, come l'appartenenza alla Nato, non sono in discussione - dice Conte -. E non lo sono anche per il governo da me presieduto". "L'Europa procede a scatti - chiosa Conte - tra periodi di stasi e passi avanti. Questo è il momento di farla scattare uscendo da una situazione in cui langue. Altrimenti diventa l'Europa dei gruppi regionali di cinque, sei Paesi. E sarebbe una regressione geopolitica. Stiamo cercando di restituire centralità al Mediterraneo, marginalizzato dall'allargamento a Nord e a Est".

Poi, parlando del governo, sottolinea: "Se M5S e Lega continuano a crescere insieme e a confermare il consenso del Paese, questo governo può durare cinque anni. Il 4 marzo si è chiusa per sempre una fase. Ereditiamo un'Italia divisa, e perfino lacerata da un referendum costituzionale sbagliato. A noi tocca provare a ricucire Paese su nuove basi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.