Home . Fatti . Politica . Anarchici rivendicano bomba in sede Lega

Anarchici rivendicano bomba in sede Lega

POLITICA
Anarchici rivendicano bomba in sede Lega

(Foto Vigili Del Fuoco)

Un ordigno rudimentale è esploso alle ore 13.55 davanti alla sede della Lega di Villorba (Treviso). Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, col personale operativo del nucleo Nbcr. Nessuna persona è rimasta coinvolta, limitati i danni al portone di ingresso. A rivendicare l'azione, "Cellula Haris Hatzimihelakis/Internazionale nera, 1881-2018".

"All’alba, la sede della Lega a Treviso - si legge nel testo della rivendicazione apparsa su alcuni siti anarchici, come roundrobin e anarhija - è stata attaccata con un ordigno, rivendichiamo la collocazione contro politici, sbirri, e loro tirapiedi. A tutto questo non vogliamo essere complici, alla violenza indiscriminata degli Stati ci opporremo con la violenza discriminata contro i responsabili di tutto ciò".

La rivendicazione è datata 12 agosto, e questo fa pensare che la bomba carta sia effettivamente esplosa domenica 12, anche se nessuno ha sentito il rumore dell'esplosione. Sul posto la polizia ha poi trovato un secondo ordigno, contenente chiodi e pezzi di metallo, che ha provveduto a disinnescare con il supporto deli vigili del fuoco, intervenuti con il furgone Nbcr.

"Lo Stato ed il capitale - si legge nella rivendicazione - utilizzano tutte le tecniche e le violenze per distogliere l’attenzione dai veri problemi degli sfruttati e primo tra tutti l’odio tra i più deboli e diseredati, tra una frontiera ed un’altra, tra un genere un altro, tra un colore della pelle ed un altro. Va da sé che nessuna fazione di insignificanti politici autoritari sarebbe mai in grado di soddisfare i nostri desideri. State parlando di governo 'giallo –verde', di sinistra e di destra, noi vogliamo che lo stato sia distrutto. State promettendo aumenti di stipendio, tasse ridotte, posti di lavoro, noi vogliamo l’eliminazione del denaro, della merce e del lavoro. State combattendo per migliori condizioni del governo, ma noi vogliamo solo divertirci sulle rovine fiammeggianti delle vostre città. Voi fate politica, noi la guerra sociale. Le cose sono difficili, c’è un abisso esistenziale tra noi e non c’è spazio per il dialogo. Quindi tutto questo ci rende chiaro dove colpire! Attaccare nello specifico il razzismo e lo sfruttamento. Colpire lo stato, il capitale i suoi responsabili. L’azione diretta ci rende chiaro perché e come. Per una solidarietà internazionalista, ribelle, Anarchica! Per un mondo senza frontiere, autorità!".

"Salutiamo con questa azione l’invito lanciato dai compagni 'cellula Santiago Maldonado' che hanno proposto di rafforzare gli attacchi alla pace dei rappresentanti e complici del dominio. Salutiamo ogni individualità e cellula Anarchica che continua a propagare la fiamma attraverso l’azione, qui e ora!", prosegue il testo che si conclude con la "solidarietà a tutte/i le/i prigioniere/i, Tamara Sol, Juan Aliste, Juan Flores, Freddy, Marcelo, J.Gan, Marius Mason, Meyer-falk, Dinos Yatzoglou, Lisa Dorfer, i membri delle CCF e Lotta Rivoluzionaria. Agli Anarchici di Firenze, Torino, Napoli, Cagliari, Cile, Russia, Germania, Polonia, dell’operazione scripta manent. E a tutte/i le/i ribelli rinchiuse/i nelle patrie galere nel mondo!".

SALVINI - "Una bomba è esplosa nelle scorse ore di fronte alla sede della Lega di Villorba (Treviso), un’altra bomba è stata fatta saltare dagli artificieri poco fa. Cercano di fermarci? Violenti e delinquenti non mi fanno paura. Andiamo avanti, più forti di prima". Questo il commento, affidato a un post pubblicato su Facebook, del ministro dell'Interno e leader della Lega, Matteo Salvini. "Se pensano di fermarmi con loro bombe hanno trovato la persona sbagliata, andiamo avanti ancora più determinati di prima" ha concluso, poi, in serata, parlando a Pontida.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.