Home . Fatti . . Conte pronto a sfidare la Croazia ma preoccupato dagli infortuni, ora sono troppi

Conte pronto a sfidare la Croazia ma preoccupato dagli infortuni, ora sono troppi

Conte pronto a sfidare la Croazia ma preoccupato dagli infortuni, ora sono troppi

Antonio Conte

(Infophoto)

L'Italia è pronta a sfidare la Croazia nel quarto appuntamento delle qualificazioni a Euro 2016, in programma stasera a San Siro. Gli azzurri così come i nostri avversari sono reduci da tre vittorie in tre partite e stasera si giocano la leadership del gruppo H. La formazione è praticamente fatta, classico 3-5-2 di Conte con Buffon in porta Ranocchia al centro della difesa e al suo fianco Darmian e Chiellini. A centrocampo De Rossi, che festeggerà le 100 presenze in azzurro, sarà il regista, Candreva e Marchisio fungeranno da interni con De Sciglio e Pasqual. In avanti il ct puntea su Zaza e Immobile. Formazione praticamente obbligata visti i tanti infortuni che hanno flagellato il ritiro azzurro. "La questione degli infortuni effettivamente c'è, perché sono troppi -ha sottolineato Conte ai microfoni della Rai a poche ore dal match-. Ne ho parlato con Castellaci, la prossima volta staremo più attenti e non faremo certe convocazioni", facendo probabilmente riferimento alla chaimata di Verratti arrivato a Coverciano in non perfette condizioni fisiche. Il tecnico azzurro ha infine perso la pazienza alla domanda su Mario Balotelli. "Le valutazioni su di lui le tengo per me, sono le stesse per Cerci. Ma ora basta".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.