Home . Immediapress . Economia e Finanza . Convegno GDPR a Sicurezza 2017, apertura del Garante Europeo

Convegno GDPR a Sicurezza 2017, apertura del Garante Europeo

ECONOMIA E FINANZA
Convegno GDPR a Sicurezza 2017, apertura del Garante Europeo

Il Garante Europeo Giovanni Buttarelli ha aperto il convegno di Federprivacy a Sicurezza 2017 con un videomessaggio da Vancouver

Esortazione alle imprese di Giovanni Buttarelli durante un convegno a Fiera Milano: "La scadenza del 25 maggio 2018 non può essere oggetto di una improvvisazione e di un approccio dell'ultimo minuto". Il Garante Europeo sottolinea anche che il GDPR richiede gioco di squadra, perchè non può essere una sola persona a svolgere tutti gli adempimenti". Durante la manifestazione Federprivacy mette a disposizione 3mila pubblicazioni gratuite per divulgare i temi della protezione dei dati.

Milano, 16 novembre 2017 - E' stato Giovanni Buttarelli, Garante Europeo per la protezione dei dati (EDPS), ad aprire oggi il programma del convegno sul nuovo Regolamento UE 2016/679 organizzato da Ethos Media Group con il patrocinio di Federprivacy durante Sicurezza 2017.

A soli sei mesi dall'operatività del GDPR (acronimo di General Data Protection Regulation), Buttarelli, nel suo videomessaggio da Vancouver ha ricordato che "la scadenza del 25 maggio 2018 non può essere oggetto di una improvvisazione e di un approccio dell'ultimo minuto", sottolineando che il principio dell'accountability introdotto dal nuovo Regolamento "chiede ai gestori delle informazioni in ambito pubblico e privato di fare molto di più, di andare oltre il mero rispetto della legge", dotandosi di policy interne per gestire le tematiche della protezione dei dati "per dimostrare di conoscere la propria realtà dal punto di vista della gestione delle risorse informative, valutare attentamente i rischi, graduare il tipo di risposte, ed avere un controllo indipendente al proprio interno attraverso la figura del data protection officer".

Nel corso del suo intervento, Buttarelli (nella foto) ha sottolineato che la gestione dei dati personali, richiede un approccio diverso soprattutto da parte del management, con scelte strategiche e risorse, ma soprattutto "richiede un gioco di squadra, perchè non può essere una sola persona a svolgere tutti gli adempimenti previsti da una materia che non deve essere burocratizzata o banalizzata".

Il Garante Europeo ha inoltre osservato che gli scenari della protezione dei dati riservano anche delle straordinarie opportunità per il mercato, come ad esempio con lo sviluppo dei principi della privacy by design e della privacy by default nel settore dell'informatica, e anche per nuove figure professionali come il data protection officer, quelle consulenziali, e per quelle della security.

Alla giornata, moderata dal presidente di Federprivacy Nicola Bernardi davanti a una platea fittissima di addetti ai lavori, hanno partecipato anche altri esperti della materia e rappresentanti delle autorità come il colonnello Marco Menegazzo, Comandante del Nucleo Speciale Privacy della Guardia di Finanza, Giuseppe D’Acquisto del Garante, il giurista Francesco Pizzetti, già Presidente dell'Authority, Secondo Sabbioni, Data Protection Officer presso il Parlamento UE, e Paolo Balboni, Presidente della European Privacy Association.

Durante i tre giorni della manifestazione, che già nella scorsa edizione ha registrato oltre 20mila visitatori, confermando il trend positivo anche quest'anno con 450 espositori e una sempre maggiore rappresentatività internazionale, Federprivacy è presente anche con uno stand istituzionale nel quale ha messo gratuitamente a disposizione del pubblico oltre duemila pubblicazioni tra riviste e depliant stampati per divulgare i temi della protezione dei dati.

Ufficio Stampa Federprivacy
Email: press@federprivacy.it
Web: www.federprivacy.it
Twitter: @Federprivacy
Mobile: +39 335 147.33.33

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI