Home . Immediapress . Energia . E se il canone in bolletta si pagasse da solo?

E se il canone in bolletta si pagasse da solo?

ENERGIA
E se il canone in bolletta si pagasse da solo?

Da pochi giorni è entrata in vigore la legge sul canone Rai in bolletta e mentre il governo sta ancora predisponendo i decreti attuativi, cresce il dibattito tra gli italiani sul pagamento della tassa.

Da quest'anno infatti il pagamento del canone Rai avverrà in rate mensili, direttamente nella bolletta della luce. La prima rata si pagherà a Luglio, settimo mese dell'anno, e sarà pari a 70 Euro; le successive saranno pari a 10 Euro al mese, fino a raggiungere la cifra di 100 Euro.

Chi deve quindi pagare il canone in bolletta?
Il canone verrà inserito automaticamente nelle bollette delle prime case degli italiani che possiedono un televisore. Chi non possiede un televisore, deve presentare un'autocertificazione direttamente al proprio fornitore di energia elettrica, il quale sarà responsabile della trasmissione dei dati all'Agenzia delle Entrate. Il gestore, quindi, si assumerà l'obbligo di incassare la tassa e di rispondere in caso di inadempienza del cliente.

Ciò che è sicuramente certo, indipendentemente dalla procedure attuative, è che ci sarà un aumento della bolletta elettrica, quindi un ennesimo rincaro per gli italiani.

E se il canone in bolletta si Ripagasse da Solo?
A porsi questa domanda è abbassalebollette.it, portale specializzato nel risparmio sulle bollette di luce e gas per la casa. Di fronte all’ennessimo aumento delle bollette imposto per legge, abbassalebollette.it propone una soluzione: ripagarsi il canone Rai con un cambio di fornitore e con l’efficienza energetica.

Quella di abbassalebollette.it non è una provocazione, ma la semplice volontà di portare all'attenzione degli italiani che esiste la concreta possibilità di fare abbassare la spesa energetica familiare con pochi e semplici accorgimenti, permettendo quindi di compensare l'aumento dovuto dall'inserimento del canone in bolletta e non avere, quindi, nessun aumento.

Cambio del Fornitore ed Efficienza energetica per compensare il canone in bolletta

Per il 2016 l'aumento del costo della bolletta, in virtù dell’aggiunta del canone Rai, per gli italiani sarà pari a 100 Euro, ma potrebbe lievitare negli anni a seguire.
Secondo le stime di abbassalebollette.it sul costo medio dell’energia e sui consumi di una famiglia media italiana, il solo cambio del fornitore di energia elettrica, mediante il passaggio al mercato libero dell’energia, è in grado di garantire un risparmio annuo fino a 150 Euro, più che sufficienti a ripagare il canone.

Chi non volesse invece effettuare un cambio di fornitore, potrebbe compensare questo esborso andando semplicemente ad ottimizzare l'uso che fa dell'energia. Ci sono apparati che a pari prestazioni, consumano molta meno corrente elettrica. Sostituire le lampadine di casa con delle lampade a Led, installare temporizzatori per spegnere automaticamente le luci dello sgabuzzino o della cantina, sostituire qualche vecchio elettrodomestico con uno nuovo di classe energetica A o superiore, sono accortezze che possono contribuire a ridurre la bolletta della luce, e quindi sono azioni volte a compensare l'aumento dovuto all'inserimento del canone in bolletta.

Le energie rinnovabili abbattono il costo del canone in bolletta

Se i soli accorgimenti descritti qua sopra non dovessero essere sufficienti a compensare l'esborso dovuto al canone Rai, l'installazione di un impianto che sfrutti le energie rinnovabili potrebbe non solo compensare il canone, ma addirittura far risparmiare molto di più.

A seguito delle nuove normative, oggi il fotovoltaico è molto più conveniente se abbinato ad un sistema di accumulo, volto ad aumentare l'autoconsumo. Un impianto di questo tipo si ripaga mediamente in 7 anni, per cui per valutare il risparmio effettivo si deve prendere in considerazione un periodo di tempo superiore, ad esempio 20 anni.

Ipotizzando un aumento di 5 Euro l'anno dell’imposta, in 20 anni il totale del canone pagato sarà pari a 3.050 Euro. Un impianto fotovoltaico tradizionale farà risparmiare almeno 4.000 Euro in 20 anni, e sarebbe già perfetto per annullare il costo del canone in bolletta. Se invece di uno tradizionale, fosse stato installato un impianto fotovoltaico con accumulo con attiva la formula dello scambio sul posto (SSP), il risparmio complessivo sarebbe stato pari a circa 10.000 Euro. In questo caso, non solo il canone in bolletta sarebbe stato ampiamente ripagato, ma si sarebbero risparmiati ulteriori 7.000 Euro.
L'investimento nel fotovoltaico con accumulo ha quindi un tasso di interesse superiore a molti fondi di investimento bancari e assicurativi.

In conclusione, se si considera il risparmio dovuto al cambio di fornitore, al miglioramento dell'efficienza energetica della propria casa e si va a sommare il guadagno derivante dall'installazione di un impianto fotovoltaico, prendere in considerazione di compensare l'aumento della bolletta dell'energia elettrica dovuto al canone, potrebbe trasformare una tassa in una spinta a risparmiare molti più soldi.

La soluzione migliore per individuare tutte le possibilità di risparmio sulle bollette è quella di affidarsi a consulenti esperti che siano in grado di proporre il miglior fornitore di Luce e Gas, le migliori soluzioni di efficienza energetica e energie rinnovabili dopo avere effettuato un checkup energetico su misura e personalizzato, come fa abbassalebollette.it con i suoi clienti.

Abbassalebollette.it è il primo portale italiano interamente dedicato al risparmio in bolletta, che offre servizi di comparazione delle migliori offerte luce e gas e la simulazione dei risparmi sui consumi ottenibili con impianti fotovoltaici o ad elevata efficienza energetica. Abbassalebollette.it, inoltre, dispone di una rete di partner installatori su tutto il territorio nazionale in grado di eseguire lavori di installazione e manutenzione di impianti e caldaie alle migliori condizioni di mercato.

Per maggiori informazioni:
Web: www.abbassalebollette.it
Mail: info@abbassalebollette.it
Tel: 800 990 300

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI