Home . Immediapress . Energia . Schneider Electric premia i vincitori dell'ottava edizione del concorso Green Technologies Award

Schneider Electric premia i vincitori dell'ottava edizione del concorso Green Technologies Award

ENERGIA
Schneider Electric premia i vincitori dell'ottava edizione del concorso Green Technologies Award

L'ISS Patetta di Cairo Montenotte (Savona) vincitore dell'edizione 2018 del premio per le scuole Green Technologies Award di Schneider Electric

Vincono progetti in cui la digitalizzazione nella gestione dell’energia realizza interventi ad alto valore di sostenibilità, fuori e dentro le scuole, con una particolare attenzione anche al tema dell’inclusione sociale

Stezzano (Bergamo), 31 maggio 2018 - Si è conclusa oggi con la premiazione l’avventura dell’ottava edizione del concorso "Green Technologies Award - verso Impresa 4.0 e Scuole Sostenibili" promosso da Schneider Electric in accordo con il MIUR.

La competizione premia la creatività dei giovani talenti dei nostri Istituti di Istruzione Secondaria Superiore e dei Centri di Istruzione e Formazione Professionale. L’obiettivo è valorizzare i temi dell’energia e della sostenibilità coinvolgendo gli studenti nella proposta di progetti che rendano più efficienti, funzionali e intelligenti edifici scolastici - ma anche strutture di altro tipo - attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali e interconnesse. Il concorso mette in palio premi per un valore complessivo di oltre 22.000 euro, in denaro e dotazioni tecnologiche didattiche.

All’edizione 2018 del concorso, che ha chiamato le scuole ad affrontare in particolare i temi della digitalizzazione, dell’impresa 4.0 e della Scuola Sostenibile, hanno partecipato 38 istituti di tutta Italia coinvolgendo circa 450 tra studenti e insegnanti. I progetti sono stati valutati da una giuria di esperti, che mai come quest’anno ha avuto difficoltà a selezionare le migliori proposte, dato l’ottimo livello complessivo delle candidature.

A vincere il concorso è stato il progetto "Più leggero non basta", presentato dall'ISS "F. Patetta" di Cairo Montenotte (SV).

“Più leggero non basta” nasce dall’esperienza quotidiana di un compagno disabile che, con l’aiuto degli altri studenti, sta realizzando un progetto relativo ad un appartamento domotico che renda più “leggera”, appunto, la quotidianità di persone affette da disabilità motorie come la sua.

Gli studenti hanno quindi realizzato un impianto domotico KNX con componenti Schneider Electric e componenti open source, dotato di una interfaccia a comandi vocali con intelligenza artificiale che consente il controllo e il monitoraggio sia in casa sia fuori casa, offre funzioni di sicurezza e allarmi per situazioni potenzialmente pericolose. Di fatto, è nata una nuova soluzione tecnologica - di interesse non solo per gli ambienti domestici ma anche per ogni altro ambiente - con cui ci si propone di attivare anche un’opportunità di cambiamento culturale e di attenzione all’inclusione, a tutto tondo.

Il progetto ha ottenuto un premio di 10.000 euro, di cui 8.000 in prodotti Schneider Electric; lo stesso tema ha ottenuto anche il premio speciale Digitalizzazione e Connettività.

La classifica prosegue poi con:

- Il secondo posto per l’ITTS “E. Majorana” di Milazzo (ME) con “Think Smart, Learn Efficient”, per il miglioramento dell’efficienza energetica complessiva dell’edificio scolastico, costruito tra gli anni 40 e 50, con soluzioni ad alta efficienza per la gestione di illuminazione, riscaldamento, climatizzazione controllati tramite un sistema di building management. La scuola ha ricevuto un premio di 7.000 euro, di cui 5.500 in prodotti.

- Il terzo posto per l’ITIS “G.B. Pininfarina” di Moncalieri (TO), che con il suo progetto “PininGreen” ha anche ottenuto il Premio Speciale della Giuria in quanto “gli studenti hanno realizzato un progetto esemplare e a regola d’arte, nel metodo, nella visione e nella correttezza di esecuzione”, ed il premio Comunicazione per la migliore presentazione. Con la collaborazione di ben 32 ragazzi, è stato realizzato un progetto di efficientamento energetico sul quarto piano dell’istituto, identificato come quello maggiormente bisognoso di intervento dopo un audit energetico condotto dagli studenti.

- Il quarto posto all’IISS E. Majorana di Martina Franca (TA) con “La mia scuola sostenibile? Ora si può” (premio di 2.500 euro, di cui 1.900 in prodotti). Il progetto, nato anche a seguito della partecipazione di un gruppo di studenti ad un percorso di Alternanza Scuola Lavoro in Schneider Electric, riguarda la realizzazione di un sistema di controllo e gestione intelligente del sistema di riscaldamento e del sistema di illuminazione nell’edificio che ospita l’istituto.

- La quinta posizione per l’ITI “San Marco” di Mestre (VE) con il progetto “The School Energy Savers” (2.500 euro, di cui 1.900 in prodotti), con cui è stato implementato un sistema di monitoraggio dei consumi elettrici e termici, completamente progettato e realizzato dagli studenti, per il settore Elettro Meccanico e Meccatronico dell’edificio che ospita.

Premi anche da parte del partner educational di Schneider Electric Mondo Scuola Lavoro, per gli istituti quarti e quinti classificati; per gli insegnanti; per tutti i partecipanti che hanno ricevuto da Hoepli una copia del manuale “Industria 4.0” preparato in collaborazione con Schneider Electric.

Terminata la premiazione, è stato lanciato l’appuntamento per l’edizione 2019 che sarà del tutto nuova. Il concorso prenderà il nome di Digital Transformation Award ed avrà caratteristiche in linea con il ruolo pervasivo e trasversale che oggi le tecnologie digitali rivestono nel contesto dell’energia e dell’automazione, cambiando anche il modo in cui si lavora e si fa innovazione.

Schneider Electric lavora per l’incontro tra scuola e lavoro in molti modi, tra cui la proposta di percorsi di Alternanza Scuola Lavoro che entro i prossimi cinque anni raggiungeranno 10.000 studenti.

Contatti Stampa

Prima Pagina Comunicazione
Benedetta Campana, Caterina Ferrara
02 91 33 98 11
benedetta@primapagina.it; caterina@primapagina.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.