Home . Intrattenimento . Spettacolo . Su Rai3 'D-Day' racconta i giorni decisivi della Seconda Guerra Mondiale

Su Rai3 'D-Day' racconta i giorni decisivi della Seconda Guerra Mondiale

quattro puntate per rileggere i momenti conclusivi del conflitto

SPETTACOLO
Su Rai3 'D-Day' racconta i giorni decisivi della Seconda Guerra Mondiale

Tommaso Cerno

A settant'anni dalla fine della seconda Guerra Mondiale, Raitre dedica quattro serate per rileggere i momenti conclusivi del conflitto, gli aspetti meno noti dei protagonisti, analizzando le tappe fondamentali che hanno portato dall'estate del '43 agli ultimi giorni di vita di Adolf Hitler e Benito Mussolini. 'D-Day. I giorni decisivi', questo il titolo del programma condotto da Tommaso Cerno, che andrà in onda in prima serata a partire dal 27 marzo e per quattro venerdì, è interamente prodotto con risorse interne Rai, in sinergia con la struttura Cultura e Storia di Rai3 e il Centro di Produzione Tv Rai di Milano.

"Si rinnova la tradizione che Rai3 ha con la storia -ha sottolineato il direttore di rete Andrea Vianello alla presentazione del programma- perchè riteniamo sia sempre più importante mantenere viva la memoria. In occasione dei settant'anni della fine della seconda Guerra Mondiale -ha aggiunto- abbiamo pensato fosse l'occasione per fare il punto su alcuni aspetti fino ad ora non ancora raccontati, aspetti talvolta nascosti, ancora da esplorare. Si tratta -ha spiegato- di quattro serate che non vogliono essere di impegno ma di divulgazione".

Ospite fisso di tutte le quattro puntate, Paolo Mieli che aiuterà a capire e a sciogliere i nodi più ingarbugliati della storia. Non mancherà, in questo lavoro di ricerca, anche un inviato nella storia: Fabio Toncelli, che andrà fisicamente nei luoghi simbolici di quanto raccontato in studio, luoghi che però la stessa storia a volte ha cancellato, come nel caso del bunker di Hitler sotto la Cancelleria ora trasformato in un parcheggio.

Ogni puntata, poi, sarà arricchita dalle testimonianze di ospiti diversi, storici, studiosi. "Ci sono dei momenti di svolta, giorni in cui la storia prende una direzione diversa, inaspettata anche agli stessi protagonisti dei fatti", spiegano gli autori. "Questi -proseguono- sono i momenti che vogliamo scandagliare e raccontare il meglio possibile".

Per la prima puntata di venerdì prossimo i protagonisti saranno Hitler e Mussolini con il loro 'Appuntamento con la morte'. Un dettagliato countdown degli ultimi giorni dei due protagonisti del secondo conflitto mondiale. Si potevano o si volevano salvare? La fine cui andarono incontro era l'unica possibile? Chi li voleva morti? A queste domande, in studio, cercheranno di dare risposta gli storici Gian Enrico Rusconi e Luigi Ganapini, lo psichiatra Vittorino Andreoli, che aiuterà a capire lo stato mentale di Hitler e Mussolini nei loro ultimi gironi.

La giornalista Franca Leosini, analizzerà il legame dei due dittatori con le donne che rimarranno al loro fianco fino alla fine e infine Lilli Gruber racconterà una storia personale, quella di una sua prozia, Hella, convinta nazista e protagonista del suo ultimo romanzo storico 'Tempesta'. E a proposito delle donne dei due dittatori, la prima puntata racconta di una ipotetica autopsia eseguita sul corpo di Claretta Petacci e interrotta senza un perché.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.