Home . Intrattenimento . Spettacolo . La nuova stagione del teatro Delfino di Milano tra musical, divertimento e attualità

La nuova stagione del teatro Delfino di Milano tra musical, divertimento e attualità

SPETTACOLO
La nuova stagione del teatro Delfino di Milano tra musical, divertimento e attualità

Teatro Delfino, il 28 novembre la nuova stagione tra musica, divertimento e temi di attualità

Si alza il sipario al teatro Delfino di Milano. La nuova stagione si apre il 28 novembre con una programmazione all'insegna della modernità e del divertimento. Quattordici spettacoli e quattro prime nazionali, tra musica, divertimento e temi di attualità. Dalla riscoperta della poesia dialettale, riproposta in un moderno match letterario con musica dal vivo, alla potenza emotiva del Rejoice Gospel Choir, passando per altri allestimenti in bilico tra palcoscenico e note. "La nuova stagione del Teatro Delfino - spiegano gli organizzatori - sarà anche un viaggio tra le differenti sfumature di un genere che sta conquistando sempre più estimatori anche in Italia, il musical".

"Un teatro - ha detto l'assessore Del Corno - che ha una storia giovane ma che ha saputo posizionarsi nel panorama culturale della città coniugando divertimento e pensiero". Tra i grandi nomi della nuova stagione Enzo Iacchetti con un omaggio a Giorgio Gaber, il recital tutto al femminile "Bellavita e Altri Viaggi" di Alessandra Faiella, Le Sorelle Marinetti con lo show "La Famiglia Canterina".

Non solo comicità ma anche momenti di riflessione con "70 Volte 7 Gospel Rock Musical", spettacolo ispirato al tema del perdono firmato da Marisa Della Pasqua. Sul palco del Teatro Delfino anche "Danny" e il "Profondo Mare Blu", violento e sensuale inno all’amore di John Patrick Shanley nell’adattamento di Enrico Vanzina, e la fiaba moderna "Barbablu 2.0" di Magdalena Barile, spettacolo-denuncia del dramma della violenza domestica sulle donne.

Di particolare attualità lo spettacolo "Pizzini – Parole Contro le Mafie" di Nini Ferrara che, ribaltando in una sorta di contrappasso il tradizionale mezzo di comunicazione dei latitanti, dà voce a storie di coraggio e legalità. Spazio anche al genio di Shakespeare rivisitato in chiave moderna: "Riccardo III" di Marika Pensa con solo sei personaggi, e "Shakespeare a Pezzi" di Omar Nedjari, maratona shakespeariana che fonda opere e personaggi partendo da un misterioso baule.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI