Home . Intrattenimento . Spettacolo . "No alla privatizzazione dei canili di Roma", Tea Falco chiede aiuto per la campagna su FB /Foto

"No alla privatizzazione dei canili di Roma", Tea Falco chiede aiuto per la campagna su FB /Foto

SPETTACOLO
No alla privatizzazione dei canili di Roma, Tea Falco chiede aiuto per la campagna su FB /Foto

(da Facebook)

"No alla privatizzazione dei canili comunali di Roma", Tea Falco lancia una campagna per gli amici a 4 zampe su Facebook e chiede aiuto ai fan e non solo. "Fatevi una foto e postatela sul vostro account Instagram e Facebook - si legge sul suo profilo - vi chiedo d'intervenire perché l'amministrazione comunale ha deciso d'indire, ad agosto, una gara d'appalto, a ribasso, per la gestione dei canili comunali".

Dal 2008 ad oggi, scrive l'attrice catanese, sono stati coordinati da una onlus con "110 operatori che si occupano di ogni cane/gatto che entra" fino all'adozione, "insieme a un esercito di volontari, circa 200, che ogni giorno, dalle 7 della mattina fino alle 19 di sera, ininterrottamente, incluse domeniche e festivi, si prendono cura di tutti gli animali ospitati nelle tre strutture: canile di Muratella, ex Cinodromo, Rifugio del Poverello".

Conclusa l'ultima fase della gara la scorsa settimana, aggiunge, "il vincitore risulterebbe una srl di Bari, multiservizi che si occupa di pulizie e derattizzazione". E sottolinea: "La privatizzazione del servizio significherebbe 'imprenditoria pura' sulla pelle degli animali" con "lo smantellamento di tutti i servizi poiché la cifra destinata è meno di ¼ rispetto a quella attuale", il che "non garantirebbe nessun servizio al di fuori della pulizia gabbie, somministrazione cibo e acqua".

Inoltre, scrive Tea Falco, "gli attuali 110 operatori che da oltre 15 anni si sono dedicati con grande professionalità e passione agli animali dei canili verranno tutti licenziati". Quindi, "grazie alla mobilitazione di queste ultime settimane", l'obiettivo è che "gli animali di Roma non diventino un business", mantenendo "tutti i servizi e il lavoro di tutti i lavoratori e lavoratrici per gli oltre 1.000 cani e gatti gestiti ogni giorno nelle tre strutture comunali".

Si chiede infine "che la gara venga immediatamente ritirata e che si prepari una gara europea con una cifra congrua che possa mantenere il livello attuale qualitativo dei servizi e del benessere degli animali".

Grazie a Francesco Vedovati per questo. Fatevi una foto e postatela sul vostro account instagram e Facebook . In...

Posted by Tea Falco on Domenica 27 settembre 2015

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.