Home . Intrattenimento . Spettacolo . Proietti torna a indagare con 'Una pallottola nel cuore 2'

Proietti torna a indagare con 'Una pallottola nel cuore 2'

SPETTACOLO
Proietti torna a indagare con 'Una pallottola nel cuore 2'

Paola Minaccioni, Gigi Proietti e Francesca Inaudi

Parte martedì prossimo su Rai1 la seconda stagione di 'Una pallottola nel cuore', la serie tv con protagonista Gigi Proietti nel ruolo del cronista di nera Bruno Palmieri, indagatore di vecchi casi irrisolti a Roma. Una collezione di quattro tv movie che mette insieme commedia e giallo, condanne ingiuste e inevitabili realtà, vendette e amori proibiti. La serie racconta come il tempo ci porta sempre di fronte alla verità, a patto che si abbia voglia di cercarla, che si sia capaci di vederla e che venga il coraggio di affrontarla. In questa seconda stagione il giornalista Proietti, oltre a indagare in ogni puntata su un caso, si occuperà anche del 'cold case' che lo riguarda più da vicino. Bruno Palmieri si imbatterà, infatti, in una traccia che lo riporterà nel passato e cercherà di scoprire chi gli sparò trent'anni fa quella pallottola che ha ancora vicino al cuore.

"Non credo, se avessi scelto di farlo, che sarei stato un bravo giornalista - dice Gigi Proietti - men che meno un bravo investigatore. E più andavano avanti le riprese della serie, più me ne rendevo conto. Ma proprio questa incapacità mi fa amare ancora di più il mio personaggio, perché lo scopro, scopro un mestiere. E' un personaggio che si sforza di cercare la verità e quindi esprime molta umanità - aggiunge Proietti - E' forte nella sua professionalità e fragile nella sfera privata, in questo un po' mi somiglia". Nel cast, insieme a Proietti, altri interpreti della precedente stagione, da Marco Marzocca nella parte di Fiocchi (fedele collega fotografo del giornalista) e Licia Maglietta nel ruolo dell'ex compagna di Bruno Palmieri, a Francesca Inaudi nei panni di Maddalena, la figlia del giornalista romano.

"Mi sono così immedesimata nel ruolo di figlia che sono riuscita a litigare con Gigi Proietti a causa di un cellulare, durante le riprese - racconta Inaudi - Ho questo record, sono riuscita a farlo arrabbiare, lui che è una persona equilibratissima. Maddalena - spiega poi l'attrice - quando scoprirà che Bruno è suo padre, affronterà un minestrone emotivo. Mi sono divertita molto a soffrire, noi attori siamo masochisti". Una seconda serie piena di sorprese, quindi, che da quest'anno vanta anche la presenza di Massimo Bonetti, Giulia Bevilacqua, Massimo Poggio ed Enzo Decaro. "Io sono la vera pallottola vagante della fiction - scherza Decaro - Sarò il rivale in amore di Palmieri, cosa che aprirà scenari vari, anche perché sarò io il chirurgo che dovrà eseguire l'intervento per togliere la pallottola dal suo cuore".

"E' stato bello ritrovare sul set miti e maestri - racconta l'attore napoletano - Gigi Proietti è un punto di riferimento per me sin dai tempi del Teatro Tenda e ho ritrovato anche Licia Maglietta con cui ho già recitato in 'L'amore molesto'. Ci siamo tolti lo 'sfizio' di portare un po' di teatro in tv - spiega - ed essere riusciti a farlo forse ci porta incontro alle esigenze dello spettatore, che adora essere sorpreso". 'Una pallottola nel cuore 2' è una coproduzione di Rai Fiction - Compagnia Leone Cinematografica, prodotta da Francesco e Federico Scardamaglia. "L'intenzione iniziale era quello di fare un personaggio particolare che si muovesse con una cabrio francese anni '70 in una Roma caotica - dice il regista Luca Manfredi - Mi sono subito affezionato a lui e Gigi riesce a rendere questo giornalista tenero e ironico - sottolinea - Quella di Bruno Palmieri è un'indagine trasversale che attraverserà le quattro puntate. E' una fiction che ha grandi potenzialità".

"Per avere successo bisogna essere capaci di rinnovarsi e costruire fiction che possano avere un seguito senza ripetersi - spiega il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta - e questa serie è originale per l'Italia perché si parla di cold case. E' stato fatto un lavoro grande e Gigi Proietti è un po' il testimonial della nostra fiction, un attore capace di fare commedia ma anche di toccare le corde dei sentimenti". Tra gli interpreti della serie anche Daniela Piazza, Ruben Rigillo, Giovanni Scifoni, Michele De Virgilio, Carlotta Proietti, Giorgio Gobbi, Cecilia Dazzi e Paola Minaccioni. Per quest'ultima la fiction è stata una vera e propria sfida: "Mi sono divertita tantissimo con un capocomico come Proietti e con Luca Manfredi - racconta - Io recito la parte di una stronza, però ho cercato di renderla più simpatica e spero che il pubblico si affezioni a questa donna che non crede in se stessa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.