Home . Intrattenimento . Spettacolo . Michael Moore: "Ecco 5 motivi per cui Trump vincerà"

Michael Moore: "Ecco 5 motivi per cui Trump vincerà"

SPETTACOLO
Michael Moore: Ecco 5 motivi per cui Trump vincerà

(Fotogramma)

Donald Trump sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti. E' questa l'opinione del regista statunitense Michael Moore che sul proprio blog ha spiegato le cinque ragioni per cui il magnate newyorchese sarà il futuro inquilino della Casa Bianca.

"Donald J. Trump vincerà a Novembre. Questo miserabile, ignorante, pericoloso pagliaccio part-time, e sociopatico a tempo pieno, sarà il nostro prossimo presidente", scrive Moore, "Presidente Trump. Forza, pronuciate queste parole perché le ripeterete per i prossimi quattro anni: "PRESIDENTE TRUMP".

Secondo Moore sono cinque i motivi per cui Trump vincerà le elezioni presidenziali di novembre:

1) "La matematica del Midwest. Ovvero, benvenuti nella Brexit della Rust Belt". Il consenso degli abitanti della cosiddetta "Rust Belt", Michigan, Ohio, Pennsylvania e Wisconsin, porterà Trump ad ottenere la vittoria. Secondo Moore "quello che è successo nel Regno Unito con la Brexit succederà anche qui" in quanto "questa America è come il centro dell'Inghilterra: al verde, depresso, in difficoltà" per cui i cittadini saranno propensi a votare l'outsider Trump al fine di "opporsi a tutti quelli che hanno distrutto il loro Sogno Americano!".

2) L'ultimo baluardo del furioso uomo bianco. Moore descrive in maniera ironica il pensiero dell''Uomo Bianco' che non accetterà mai che il paese venga guidato da una donna. "Ed ora dopo aver sopportato per otto anni un uomo nero che ci diceva cosa fare, dovremmo rilassarci e prepararci ad accogliere i prossimi otto anni con una donna a farla da padrone?", scrive il regista, "Dopodiché, per i successivi otto anni ci sarà un gay alla Casa Bianca! Poi toccherà ai transgender! Vedete che piega abbiamo preso. Finiremo col riconoscere i diritti umani anche agli animali ed un fottuto criceto guiderà il paese. Tutto questo deve finire".

3) Il problema Hillary. Sebbene voterebbe per Hillary Clinton, "per impedire ad un protofascista di diventare il nostro 'comandante supremo'", Moore si rende conto che l'ex Segretario di Stato "è incredibilmente impopolare: quasi il 70% degli elettori pensa che sia disonesta e inaffidabile" per cui non otterrà la maggioranza dei voti.

4)"'Il voto depresso' degli elettori di Sanders". Secondo Moore i sostenitori di Bernie Sanders voteranno per la Clinton ma il loro sarà un 'voto depresso' in quanto non saranno entusiasti, non porteranno altre persone a votare e non faranno attività di volontariato durante il periodo precedente.

5) L'effetto Jesse Ventura. Moore fa riferimento al wrestler professionista che un periodo fu il governatore del Minnesota. Secondo il regista i cittadini votarono Ventura e voteranno Trump "solo perchè possono farlo". Molti elettori voteranno Trump non perchè siano d'accordo con lui ma solo per vedere cosa potrebbe succedere, "solo perché manderebbe tutto all'aria e farebbe arrabbiare mamma e papà".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI