Home . Intrattenimento . Spettacolo . 'Il sorpasso' di Risi a Los Angeles con Luce Cinecittà

'Il sorpasso' di Risi a Los Angeles con Luce Cinecittà

SPETTACOLO
'Il sorpasso' di Risi a Los Angeles con Luce Cinecittà

Bruno Cortona e Roberto Mariani, ovvero Vittorio Gassman e Jean-Louis Trintignant, nelle vie di Los Angeles sulla decappottabile de 'Il sorpasso' di Dino Risi, naturalmente grazie a un fotomontaggio, con sullo sfondo la mitica scritta 'HOLLYWOOD'. E' l'immagine simbolo di Cinema Italian Style 2016, la rassegna promossa da Istituto Luce Cinecittà con American Cinematheque che si apre a Los Angeles lunedì prossimo e, fino al 23 novembre prossimo, porta a Hollywood, con autori e protagonisti, una vetrina di titoli italiani tra i più significativi delle ultime stagioni. Gassman e Trintignant campeggiano in onore del centenario della nascita di Risi, cui è dedicata questa edizione. La rassegna, concepita anche per dare sostegno alle candidature italiane agli Oscar, in questo caso Gianfranco Rosi e il suo 'Fuocoammare', saranno protagonisti il 17 novembre per il pubblico dell’Egyptian Theatre. 'Fuocoammare' corre per la categoria Miglior film in lingua straniera.

Alla proiezione seguirà una speciale conversazione del regista con un supporter internazionale del cinema d’autore come il direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Alberto Barbera. Un omaggio alla grande storia del cinema italiano sarà invece la proiezione, in anteprima mondiale, lunedì 14 sempre all’Egyptian Theatre, della versione restaurata de 'Il sorpasso' di Risi, capolavoro italiano amatissimo in America, che anticipa la grande retrospettiva per il centenario del regista dal 14 dicembre in programma al MoMA di New York. Cinema Italian Style propone poi una selezione curata da Laura Delli Colli con Gwen Deglise di American Cinematheque, dieci titoli che raccontano una stagione particolarmente vivace e interessante del nostro cinema: apre la serie 'Un bacio' di Ivan Cotroneo (che sarà impegnato tra l’altro in una lezione agli studenti della University of Southern California sul tema del film: l’omofobia e il bullismo nelle scuole). Seguiranno: 'Perfetti sconosciuti' di Paolo Genovese, 'L’estate addosso' di Gabriele Muccino, 'Fiore' di Claudio Giovannesi, 'La pazza gioia' di Paolo Virzì, 'Indivisibili' di Edoardo De Angelis, 'Lo chiamavano Jeeg Robot' di Gabriele Mainetti, 'Veloce come il vento' di Matteo Rovere, 'Gli ultimi saranno ultimi' di Massimiliano Bruno, 'Suburra' di Stefano Sollima.

A precedere questi titoli saranno, dalla selezione dell’ultimo Rome Creative Contest, festival di giovanissimi autori di cui è presidente d’onore Giuseppe Tornatore, una serie di cortometraggi che accompagneranno le proiezioni, tutte all’Aero Theatre di Santa Monica. Ad accompagnare i film sarà una delegazione che porta a Los Angeles insieme a Rosi e ad Alberto Barbera, con Ivan Cotroneo e Gabriele Muccino, anche una generazione inedita a Hollywood con Gabriele Mainetti, Edoardo De Angelis e Claudio Giovannesi, e per il cast di 'Perfetti sconosciuti' Kasia Smutniak. Inoltre l’esordiente Francesco Carrozzini presenterà il suo 'Franca: Chaos and Creation', dedicato a un’icona del fashion italiano, sua madre Franca Sozzani, grande direttrice di Vogue Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.