Home . Intrattenimento . Spettacolo . Sanremo, Carlo Conti: "Tanto lavoro per regalare emozioni"

Sanremo, Carlo Conti: "Tanto lavoro per regalare emozioni"

SPETTACOLO
Sanremo, Carlo Conti: Tanto lavoro per regalare emozioni

Carlo Conti e i giovani di 'Sarà Sanremo' (Adnkronos)

"735 volte a suonare e ad ascoltare le stesse canzoni... e a provare e a riprovare le luci, ma soltanto per dare il meglio". Carlo Conti gioca con l'ironia nel corso della conferenza stampa per la presentazione di 'Sarà Sanremo', il programma in onda domani in prima serata su Rai1 nel corso del quale lo stesso Conti annuncerà i nomi dei 22 Big in gara al Festival di Sanremo 2017. "La cosa più importante - sottolinea - resta che ogni canzone comunichi un'emozione: questo è l'augurio principale".

Una presentazione dedicata agli esordienti all'insegna della leggerezza, nonostante la "naturale tensione dei giovani partecipanti". Fra una battuta e l'altra, Conti sottolinea "la stessa attenzione per i giovani di quella riservata ai Big, non solo nel corso delle selezioni che li porteranno alla finale di domani sera", nella quale verranno proclamati i sei vincitori che accederanno al Festival, ma anche nei vari speciali a loro dedicati e che si susseguiranno per radio a partire da mercoledì.

Un'attenzione - quella per i cantanti esordienti - d'altronde da sempre dimostrata da Carlo Conti, "al quale va il merito di aver portato i giovani in prima serata", ha ricordato il direttore di Rai1, Andrea Fabiano.

Fra le novità: una nuova giuria e l'annuncio nella serata di domani dei 22 Big. "Melania Trump ospite al Festival? I costumisti non hanno trovato una cravatta rossa e una parrucca con ciuffo biondo per me, per cui... - scherza Conti - ancora non stiamo pensando agli ospiti, ma vi assicuro che anche quest'anno non mancheranno le sorprese".

Come ad esempio il fatto che "ci sono pochi gruppi o mancano del tutto i rapper, con una componente maschile e femminile equa, sfumature diverse delle melodie, temi che riguardano l'amore inteso non solo come quello di coppia, ma anche sentimento all'interno della famiglia o, più in generale, nei rapporti interpersonali".

Una nota a margine sui giovani, Conti la riserva alla loro disinvoltura: "Non sono timidi come ai miei esordi ma sono già abituati alle telecamere, provengono da esperienze come 'X Factor', hanno già una certa gavetta alle spalle e sono in qualche modo dei professionisti. Non sono dei veri Big, ma il loro modo di cantare è già da big".

Conti si è soffermato poi su Al Bano Carrisi, colpito da infarto due giorni fa: "Ieri gli ho mandato gli auguri - ha raccontato - e lui mi ha risposto cantando; non è un uomo, ma un superman. Gli ho chiesto di assicurarmi del fatto che stia bene, al di là che sia fra i 22 Big o meno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.