Home . Intrattenimento . Spettacolo . A Tolentino il Festival dell'umorismo dedicato a Villaggio

A Tolentino il Festival dell'umorismo dedicato a Villaggio

SPETTACOLO
A Tolentino il Festival dell'umorismo dedicato a Villaggio

Il castello della Rancia di Tolentino dove si svolge 'Biumur', il festival della Filosofia

Torna la quinta edizione di 'Biumor', il festival di filosofia applicata all’umorismo che Popsophia, unica realtà italiana che indaga il tema aperto della pop filosofia, e la Biennale Internazionale dell’Umorismo, organizzano presso il Castello della Rancia di Tolentino in provincia di Macerata dal 25 al 27 agosto. L’edizione 2017 sarà dedicata a Paolo Villaggio, il comico scomparso lo scorso 3 luglio.

''Se n’è andato il creatore delle maschere comiche più tragiche del Novecento italiano, eredi della grande tradizione della commedia dell’arte – ha dichiarato la direttrice artistica di 'Popsophia' Lucrezia Ercoli – Dal timido Giandomenico Fracchia al sottomesso ragionier Ugo Fantozzi, Villaggio è stato lo specchio iperrealista del nostro paese. Il Festival di Tolentino sarà l’occasione per riscoprire la forza dei suoi personaggi e la genialità delle sue invenzioni''.

''Un filosofo utopista, figlio del secondo dopoguerra e dell’esplosione della società di massa - ha aggiunto Ercoli - Un artista che ha influenzato e cambiato in modo indelebile la cultura italiana, in modi che spesso abbiamo sottovalutato''. Tanti i filosofi e gli intellettuali attesi alla manifestazione. Dai giovani filosofi come Monia Andreani, Salvatore Patriarca, Cesare Catà e Alessandro Alfieri, a quelli più noti e navigati come Umberto Curi, Andrea Minuz e Massimo Donà, sino ai nuovi influencer della rete, gli You Tuber Riccardo Dal Ferro e i Degrado Post mezzadrile.

Multisfaccettato il format festivaliero si compone di tante mini rassegne. Accanto ad una lectio magistralis che vedrà protagonista monsignor Nazzareno Marconi (traccerà un nesso tra il riso e Dio), gli spettacoli che fondono filosofia e musica, gli appuntamenti che metteranno alla berlina i vizi dell’italiano medio nell’effige di Fantozzi e un contenitore dedicato al fumetto e alle serie tv per indagare, al di là del riso smaccato, i piani di leggerezza che connotano la nostra quotidianità.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI