Home . Intrattenimento . Spettacolo . Carolina Rey: "Ho chiuso gli occhi, ho sognato e ho scritto 'Il mondo dentro'"

Carolina Rey: "Ho chiuso gli occhi, ho sognato e ho scritto 'Il mondo dentro'"

SPETTACOLO
Carolina Rey: Ho chiuso gli occhi, ho sognato e ho scritto 'Il mondo dentro'

La copertina de 'Il mondo dentro'

"Chiudo gli occhi, vedo tante figure che mi passano per la testa, sogno, immagino, fantastico e traduco tutto in scrittura". E' così che all'AdnKronos Carolina Rey, 26 anni, già conosciuta per essere stata conduttrice di programmi Rai per ragazzi, oltre che per le sue esperienze nel mondo della danza, del cinema e del teatro, compone musica. Da ieri è online, disponibile su tutti i digital store 'Il mondo dentro', primo singolo dell'artista. "Mi piacciono le sfide difficili, mi piace sperimentarmi in cose nuove. Non mi definisco e non mi sento una cantante, ma voglio essere un'artista a 360 gradi, voglio toccare tutti i lati dell'estro creativo - ha detto Rey, che ha poi assicurato, accennando un sorriso - Cantanti, state tranquilli, la mia priorità è sempre la conduzione. L'idea di scrivere 'Il mondo dentro' è nata un pomeriggio per gioco, quando con degli amici, grandi professionisti del settore, come Marco Canigiula, Francesco Sponta e Marco Di Martino, abbiamo scritto la canzone".

Un singolo, 'Il mondo dentro', che parla d'amore "ma non solo, sono una fautrice dei testi aperti - ha spiegato Rey - La canzone racconta la voglia di riscoprire i rapporti. In realtà ognuno può interpretarla a modo proprio. Il bello delle canzoni è che c'è qualcuno che le scrive ma è chi le ascolta che le interpreta e dà un senso tutto suo. Mi piace l'idea che l'ascoltatore possa trovare nel mio testo una propria storia. Credo che sia questo il compito della musica". Il #ClickDay per scaricare il primo singolo della 25enne è partito da poco più di 24 ore, eppure, "con grande sorpresa - ha detto Rey - ieri mattina siamo subito entrati in classifica Itunes, sopra Marco Mengoni, stupendo. Un grande risultato per essere una prima volta, è stata davvero una giornata emozionante". Ed emozionante sarà probabilmente anche il 22 febbraio, quando nelle sale uscirà il film 'Sconnessi' di Christian Marazziti, con colonna sonora e cameo della stessa artista.

Carolina Rey aveva confessato qualche tempo fa che il suo sogno da conduttrice sarebbe arrivare a Sanremo ma chissà che a questo punto possa arrivarci da concorrente. Una sfida difficile, anche allettante forse, "ma come musicista - ha spiegato l'artista - sto ancora muovendo i primi passi e nonostante voglia essere un'artista a 360 gradi, non so se un palco così grande possa avere spazio anche per me. Come conduttrice ho una marcia in più, ci ho lavorato tanto e ho molta più esperienza alle spalle". "Ritengo che Ludovica Comello - ha detto Rey - sia simile a me, nonostante abbia fatto cose più grandi rispetto alle mie, è una persona che conduce, canta, recita, quindi la sua presenza sul palco dell'Ariston mi fa ben sperare che ci sia spazio anche per chi, in Italia, riesce a fare diverse cose. Come Serena Rossi che è una grande cantante, attrice e conduttrice. Nel nostro paese è sempre stato un limite saper o voler fare diverse cose, dovrebbe invece essere una risorsa".

Carolina Rey non nasce dal nulla, dietro il suo successo ci sono anni di studi, e condanna coloro che si improvvisano artisti: "Si è persa la voglia di studiare e di formarsi per diventare un artista professionista. Ci sono tante persone che ci provano senza avere un background e uno studio alle spalle, ingolfando il mercato. Credo sia molto difficile per un giovane artista. Sono convinta che coloro che hanno talento, unito alla passione e alla gavetta, piano piano ce la facciano. Noi prepariamoci, poi sarà il destino a scegliere per noi", ha detto la cantante. Rey vuole "continuare con il cinema e la musica, perché nella musica ci sono cresciuta. Canto perché mi fa stare bene, mi rende libera. Mia mamma è una cantante lirica, io la musica ce l'ho nel sangue, il canto è una parte di me", ha detto, aggiungendo che avrebbe "piacere di lavorare con Francesco Renga perché - ha continuato - mi piace la sua voce e da piccola ero una sua grande fan. E poi mi farebbe piacere condividere un'esperienza con Alex Britti, grande chitarrista, autore e cantante. Sono in prima fila a ogni suo concerto".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI