Home . Intrattenimento . Spettacolo . Caso Weinstein, Rossella Brescia fa infuriare Asia Argento

Caso Weinstein, Rossella Brescia fa infuriare Asia Argento

SPETTACOLO
Caso Weinstein, Rossella Brescia fa infuriare Asia Argento

Rossella Brescia (Fotogramma)

Scoppia la polemica in rete tra Asia Argento e Rossella Brescia. All'origine della querelle social un post condiviso dalla ballerina e presentatrice tv su Facebook in cui commenta il caso Weinstein raccontando la propria esperienza personale ed esprimendo un punto di vista controcorrente, almeno rispetto alla schiera di attrici e star che negli ultimi giorni hanno denunciato via social le violenze subite negli anni.

"Comunque le cose sono due o sono una cessa oppure c’è qualcosa che non mi torna. Oppure sono davvero una che ha intuito - scrive Brescia - Come mai non ho mai incontrato i vari #Weinstein nella mia vita? - chiede polemica - eppure faccio questo mestiere da tanti anni. La verità è una sola - spiega - quando sento odore di marcio, sfodero il mio sorriso migliore e volto le spalle. Dico sempre a me stessa siamo talmente tanti nel mondo, non c’è mica solo Weinstein".

Usando l'hashtag #QuellaVoltaChe lanciato su Twitter sulla scia dello scandalo Weinstein per raccontare le molestie subite dalle donne, la ballerina elenca un paio di situazioni che in passato ha evitato per non imbattersi in coloro che, "ha intuito", volevano approfittarsi di lei. "#quellavoltache un regista che non conoscevo mi ha dato un appuntamento al ristorante di sera, solo noi due per parlare di lavoro (ma che scherzi, come no) col cacchio che mi sono presentata", commenta la ballerina.

Una presa di posizione in cui si è sentita chiamata in causa Asia Argento, una delle vittime del produttore statunitense, che ha replicato subito con un tweet al veleno: "Brava, sei meglio tu". Dopo aver ricevuto numerose critiche da parte degli utenti, Brescia è tornata sull'argomento con un secondo post in cui lamenta il fatto che le sue parole siano state "beceramente strumentalizzate" e chiede scusa "se qualcuno si è sentito offeso".

"Intendiamoci - spiega - nella vita puoi fare quello che vuoi ma dato che ci sono MAIALI e LAIDI ovunque, non solo ad Hollywood, se non vuoi trovarti invischiato in questo mondo disgustoso ti difendi"."Non parlavo di #Asia Argento - aggiunge - (mai nominata, parlavo del caso Weinstein) ma ne approfitto per dire che mi dispiace immensamente per quello che le è successo, perché una donna non si tocca nemmeno con un fiore. Per questo motivo - conclude - sono e sarò sempre a sostegno di tante associazioni che combattono la violenza sulle donne".


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.