Home . Magazine . Moda . 'Occhi di gatto' in salsa Seventy, gli occhiali da sole protagonisti al Mido

'Occhi di gatto' in salsa Seventy, gli occhiali da sole protagonisti al Mido

MODA
'Occhi di gatto' in salsa Seventy, gli occhiali da sole protagonisti al Mido

Da diva, con montatura squadrata e lenti nerissime, pronte a nascondere lo sguardo dai flash dei paparazzi, ma anche allungati, un po' da gatta nelle tinte animalier e lenti sfumate, con applicazioni Swarovski, smaltati e perlati. Senza dimenticare quelli tondi, formato extra large tanto cari a Janis Joplin negli anni 70. Ma soprattutto leggeri e con uno sguardo attento all’innovazione. Sono queste le tendenze per gli occhiali da sole, in scena fino a oggi al Mido, a Milano, la fiera dedicata all’eyewear e punto di riferimento per tutto il settore.

Tra le novità di quest’anno l’introduzione di More!, area satellite del Design Lab che da sempre ospita le aziende più audaci ed innovative, a cui sarà collegato con un tunnel. Gli occhiali da sole, tra i protagonisti indiscussi di ogni guardaroba che si rispetti, si tingono e si arricchiscono con pietre preziose, plexiglass colorato, montature appariscenti e lenti specchiate. Poco importa che si scelga di convertirsi alla seduzione del cat-eye o giurare eterna fedeltà all’occhialone da nerd, quel che conta è farsi notare.

L’edizione numero 46 di Mido vede protagonisti gli anni ’70, con lenti oversize e montature rotonde, un trend che sembra confermato anche dalle recenti passerelle di Milano Moda Donna. Basta pensare alle proposte di Alessandro Michele da Gucci, con sunglasses dalle montature XXL, glitter, perle, applicazioni décor e montature da geek o ancora ai cat-eye da femme fatale visti in passerella da Max Mara. “Questa crescita di Mido conferma il momento felice che sta attraversando il settore, tanto tra i grandi gruppi storici quanto tra le piccole e nuove imprese – commenta Giovanni Vitaloni, vicepresidente di Mido. Per fare solo un esempio, al LAB ACADEMY, l’area dedicata ai debuttanti, quest’anno espongono il doppio delle aziende dell’anno scorso, con 40 nuove realtà che si affacciano al mondo dell’occhialeria per la prima volta”.

Oltre al Design Lab e a MORE!, al Mido sorprende i suoi visitatori con altre aree tematiche: Fashion District, uno spazio che ospita i principali player mondiali e le piccole e medie imprese che traggono ispirazione dal mondo della moda; Lenses, per i leader nel settore delle lenti; Tech, la più grande area espositiva al mondo dedicata a macchinari, materie prime e componentistica; il FAIR East Pavilion, area allestita per le più importanti aziende asiatiche e Otticlub, pensata per i professionisti dell’ottica, con un’area dedicata a seminari, conferenze, corsi e incontri di formazione.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI