Home . Soldi . Economia . Risparmiatori protestano davanti a Bankitalia: "Siamo stati truffati"

Risparmiatori protestano davanti a Bankitalia: "Siamo stati truffati"

ECONOMIA
Risparmiatori protestano davanti a Bankitalia: Siamo stati truffati

Protesta in corso davanti alla Banca d'Italia degli obbligazionisti che hanno visto azzerare i loro risparmi nei quattro recenti salvataggi bancari, tra i quali quello della Banca Etruria . Il comitato delle vittime, affiancato da Adusbef e Federconsumatori, punta con forza il dito contro Via Nazionale, accusata di non aver vigilato adeguatamente nei confronti della "truffa" subita e chiede l'intervento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, quale garante della Costituzione, a tutela del risparmio. Il comitato intende anche rivolgersi anche a Papa Francesco.

Intanto le associazioni dei consumatori hanno annunciato che presenteranno un'interrogazione parlamentare per fare luce su quella che definiscono "una gravissima vicenda".

"Sono almeno 200 le persone radunate davanti a Palazzo Koch", fanno sapere da Adusbef-Federconsumatori. Tra striscioni e cori di protesta per le perdite subite, attaccano il premier Matteo Renzi, il governatore di Bankitalia Ignazio Visco e il presidente della Bce Mario Draghi. Inoltre il comitato delle vittime dei 4 salvataggi bancari chiede un incontro con i vertici di Via Nazionale per far valere le loro ragioni. "Non siamo speculatori - gridano all'unisono - siamo stati truffati".

Alfano - "Stiamo lavorando per istituire nelle prefetture dei comitati di coordinamento tra associazioni bancarie e associazioni dei consumatori, per prevenire le truffe finanziarie soprattutto ai danni degli anziani", ha intanto annunciato il ministro degli Interni Angelino Alfano presentando i dati operativi sull'attività del ministero nell'anno 2015.

Bankitalia: "Fatto tutto quello che era possibile, ci sono pochissime Etruria"

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI