Home . Soldi . Economia . Ryanair, in Italia 44 nuove rotte e investimenti per 1 miliardo di dollari

Ryanair, in Italia 44 nuove rotte e investimenti per 1 miliardo di dollari

ECONOMIA
Ryanair, in Italia 44 nuove rotte e investimenti per 1 miliardo di dollari

(Fotogramma)

Investimenti record di Ryanair in Italia per il 2017: la compagnia di Dublino aprirà 44 nuove rotte e investirà 1 miliardo di dollari nel nostro Paese, con una ricaduta occupazionale attesa di oltre 2000 posti di lavoro. L'annuncio è arrivato dal Ceo di Ryanair, Michael O'Leary, che ha illustrato il piano di Sviluppo 2017 alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, nel corso di una conferenza stampa al Mit.

Una mossa annunciata dopo la decisione del governo Renzi - accolta "con grande favore" dalla compagnia low cost irlandese - di annullare l’incremento di 2,50 euro della tassa municipale dal prossimo primo settembre e alla luce della modifica delle linee guida aeroportuali del Ministro Graziano Delrio, scelte che - sottolinea Ryanair - "permetteranno agli aeroporti regionali italiani di competere in condizioni di parità con gli aeroporti di Roma e Milano".

Ryanair ha annunciato pertanto l'intenzione di accelerare i piani di sviluppo per il mercato italiano nel 2017, che vedrà un investimento di oltre un miliardo di dollari per 10 nuovi aeromobili destinati al mercato italiano, l'apertura di 44 nuove rotte, 21 presso gli aeroporti di Roma e Milano e 23 presso gli aeroporti regionali italiani, e un target di crescita di oltre 3 milioni di passeggeri (+10%) che dovrebbero permettere alla compagnia low cost di superare quota 35 milioni di clienti da/per gli aeroporti italiani con Ryanair nel 2017. Il tutto, secondo le stime della compagnia, dovrebbe portare alla creazione di 2.250 posti di lavoro presso gli aeroporti italiani nel 2017.

Peraltro - sottolinea Ryanair - le iniziative del governo hanno permesso all’aeroporto di Pescara di raggiungere un nuovo accordo di crescita con la compagnia, accordo che modificherà la decisione di chiusura precedentemente annunciata della base di Pescara nel mese di novembre.

Fra le nuove rotte previste per il prossimo anno, Pescara - Copenaghen, Roma - Lourdes, Bergamo - Edimburgo, Treviso – Cracovia, Bari - Liverpool e Palermo - Bucarest.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI