Home . Soldi . Economia . Mps, Di Battista: "Draghi co-responsabile del dissesto"

Mps, Di Battista: "Draghi co-responsabile del dissesto"

ECONOMIA
Mps, Di Battista: Draghi co-responsabile del dissesto

(Fotogramma)

"Noi rifiutiamo la scadenza del 31 dicembre imposta da Mario Draghi" per la ricapitalizzazione di Mps. "Non ci possiamo fidare di Draghi, il presidente della Bce che è stato tanto legato alla Goldman & Sachs, la banca che di fatto ha sostenuto e appoggiato il Sì al referendum costituzionale. Draghi da governatore della Banca d'Italia diede il via libera all'operazione di acquisizione di Antonveneta da parte di Mps, che l'ha pagata 9 miliardi di euro quando ne valeva 3. Le responsabilità del Pd, tramite la fondazione Mps, sono evidenti". Lo ha detto il deputato M5S, Alessandro Di Battista, in una conferenza stampa alla Camera.

"Qualche mese fa - ha continuato - Renzi si spinse a dire che Mps era una banca risanata e che investire nell'istituto senese era un buon affare. Da allora il titolo Mps ha perso il 60%. Quale differenza tra il Pd e una banca? Nessuna: il Pd, come molte banche, gestisce in maniera torbida i soldi del finanziamento pubblico? Come le banche che vendono titoli spazzatura, il Pd spaccia prodotti tossici come il Jobs act o la riforma costituzionale".

"Bisogna fermarli al più presto per questo diciamo che bisogna andare a votare subito. Domani saremo a Siena per un flash mod davanti alla sede di Mps, perché non ci fidiamo di Renzi e del suo ventriloquo Gentiloni", ha concluso Di Battista. Oltre a Di Battista alla conferenza stampa hanno partecipato i deputati Daniele Pesco e Alessio Villarosa e i senatori Laura Bottici e Carlo Martelli.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI