Home . Soldi . Economia . Eni, Descalzi incontra Barkindo: "Positivo cambio rotta Opec"

Eni, Descalzi incontra Barkindo: "Positivo cambio rotta Opec"

ECONOMIA
Eni, Descalzi incontra Barkindo: Positivo cambio rotta Opec

Claudio Descalzi (Fotogramma)

L'ad di Eni, Claudio Descalzi, che oggi ha incontrato a San Donato Milanese il segretario generale dell'Opec, Mohammad Sanusi Barkindo "ha riconosciuto il positivo cambio di rotta dell'Opec e i suoi grandi sforzi per ripristinare la stabilità al mercato del petrolio su una base sostenibile". E' quanto si legge in una nota del gruppo petrolifero italiano diffusa al termine della visita della delegazione Opec, capeggiata da Barkindo, che è stata l'occasione per approfondire i temi cruciali dell'industria petrolifera e del settore energetico in generale, anche alla luce delle nuove dinamiche della geopolitica mondiale. Lo rende noto il gruppo petrolifero italiano in una nota.

Questo incontro, inoltre, ha consentito al top management di Eni di illustrare alla delegazione Opec l'azienda, le sue strategie e le prospettive di crescita seppur in uno scenario ancora incerto per il settore dell'Oil&Gas. In particolare, Descalzi si è soffermato sul modello upstream di Eni, basato su elementi cardine quali il time to market e l'ottimizzazione dei costi a partire dalla fase esplorativa a quella della produzione delle risorse scoperte.

Barkindo ha espresso il suo apprezzamento per l'approccio seguito da Eni, non soltanto in merito alla strategia di crescita della produzione di idrocarburi adottata dalla società, ma anche l'impegno nello sviluppo di attività legate alla produzione di energia da fonti rinnovabili.

Eni, commenta Barkindo, "ha saputo trasformarsi con successo in un gruppo internazionale integrato, attivo in 69 paesi, che ha saputo far fronte alla peggiore crisi del petrolio degli ultimi anni. Le nuove dinamiche globali dell’industria petrolifera fanno appello al superamento del gap tra l'Opec e le major -aggiunge- nell'interesse del settore e dell'economia globale".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI