Home . Soldi . Economia . Eni, Descalzi: "Tumori in Basilicata e Val d'Agri? Fake news"

Eni, Descalzi: "Tumori in Basilicata e Val d'Agri? Fake news"

ECONOMIA
Eni, Descalzi: Tumori in Basilicata e Val d'Agri? Fake news

(Fotogramma)

"Il discorso dei tumori gira come una fake news". Così l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, rispondendo alla domanda di uno studente in occasione dell'evento 'Eni con l'Italia'. "Nella lista italiana, la Val d'Agri e la Basilicata sono all'ultimo posto (per i tumori) dopo la Calabria. Il tasso maggiore si registra in Val d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Lombardia. Non sono nostre statistiche. Sono tutte regioni dove non si producono idrocarburi" ha fatto notare. "La Val d'agri è uno dei paesi dove ci sono affioramenti superficiali di oli, sono fontanelle, esistono dai tempi dei romani. Tutto quello che succede - ha evidenziato Descalzi - è colpa nostra perché ci stiamo lavorando. Non accettiamo la disinformazione, la rete che racconta che siamo assassini e mostri. Non lo siamo" ha chiosato. Certamente, ha ammesso l'ad di Eni, "c'è stata da parte nostra una sottostima della comunicazione".

Eni non disinvestirà in Venezuela, nonostante la difficile situazione politica. Lo ha assicurato Descalzi, a margine dell'evento 'Eni con l'Italia'. "I nostri investimenti sono a lungo termine e quindi passiamo attraverso diverse fasi nei Paesi. Se dovessimo uscire daremmo dei vantaggi agli altri". "Abbiamo degli investimenti da recuperare. La situazione non è semplice ma - ha sottolineato - non abbiamo intenzione di uscire. Abbiamo fatto degli accantonamenti marginali e la situazione è ancora sostenibile".

"Sono sereno, mi vede preoccupato?" risponde poi Descalzi a chi gli domanda un commento al fatto che oggi il Tribunale di Milano ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio a suo carico, insieme all'ex ad Paolo Scaroni e altri vertici. Quanto ad Alitalia Descalzi dice:"Siamo preoccupati per qualsiasi crisi di una azienda italiana, ma devo dire che Alitalia, nonostante quello che ho letto e si dice, ha sempre onorato e qualche volta pagato in anticipo. Non ci sono mai stati problemi di credito. Sta pagando e stiamo lavorando bene". Circa un interesse di Eni sulla compagnia aerea, "non mi è mai stato chiesto e penso che nessuno me lo chiederà mai" precisa. "Abbiamo competenze nel jet fuel e investitori che ci comprano perché sappiamo fare il nostro mestiere nell'oil&gas. E già difficile farlo nell'oil&gas e penso che andare a fare altri esercizi è pressoché impossibile" conclude Descalzi.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI