Home . Soldi . Economia . Auto incendiata, chi paga?

Auto incendiata, chi paga?

ECONOMIA
Auto incendiata, chi paga?

(FOTOGRAMMA)

di Fabiano De Micheli

Una nuova serie di incendi ha coinvolto diverse vetture a Roma. Sono state una trentina le auto parcheggiate andate in fiamme, in diverse zone della città: 8 distrutte tra Vitinia e Casal Palocco; 22 nei quartieri Spinaceto e Tor de' Cenci. E, dai primi accertamenti, i roghi sembrerebbero di origine dolosa. In casi come questi, come si regola un'assicurazione?

LA POLIZZA - "La Polizza 'Furto Incendio' è una garanzia aggiuntiva che è possibile inserire come copertura di altri rischi al momento della sottoscrizione dell'assicurazione auto e/o moto", si legge sul sito di comparazione di prodotti finanziari per consumatori 'Segugio.it'. "Copre l'assicurato per i danni (materiali e diretti) subiti in caso di furto o incendio del veicolo, di solito sia nel caso di furto totale che in quello parziale".

Anche sul portale 'SoS Tariffe' si fa presente che "la polizza incendio non è un'estensione dell'Rc auto, bensì una garanzia accessoria da stipulare su richiesta e separatamente. La copertura riguarda i danni materiali e diretti subiti dal veicolo (auto o moto) provocati da un incendio o da eventi legati al fuoco, tanto scaturiti dall'interno che dall'esterno del mezzo".

I DANNI - "Saranno risarciti con la 'Polizza Incendio' i danni provocati da un fulmine, come dallo scoppio improvviso di un oggetti al di fuori del veicolo", ricorda 'SoS Tariffe', aggiungendo che "i beni all'interno della vettura non sono tutelati, per questi quindi è meglio munirsi di assicurazioni sugli oggetti contenuti nell'abitacolo".

Su 'Segugio.it', si sottolinea poi che la tutela in caso di incendio del veicolo vale per l'assicurato sui "danni causati alla propria auto o moto non solo dagli incendi ma da tutti eventi legati al fuoco come scoppi, fulmini, anche dovute a cause interne come corto circuiti o surriscaldamento del motore". Ma, si precisa, sono "escluse dalla copertura tutte le cose che sono contenute all'interno dei veicolo".

IL RISARCIMENTO - "Per quanto riguarda il risarcimento, questo fa riferimento, come nel caso del furto, al valore commerciale del veicolo al momento dell'incendio" viene specificato sul portale. La polizza "distingue fra distruzione e danneggiamento: la distruzione prevede il risarcimento di tutto il valore della macchina, mentre il danneggiamento prevede il pagamento all'assicurato del solo valore delle parti danneggiate. Ovviamente non sono coperti gli incendi causati con dolo o con colpa dall'assicurato o da suoi congiunti".

Secondo quanto riporta 'SoS Tariffe', inoltre, "il risarcimento del danno da parte dell'assicurazione auto è subordinato al fatto che l'incendio non sia colposo da parte dell'assicurato". Non sarà ad esempio risarcibile "il danno arrecato da una sigaretta lasciata accesa in macchina o gettata vicino ad una fuoriuscita di carburante".

GARANZIA ACCESSORIA - Infine, anche sul portale di comparazione 'Facile.it', si sottolinea che la garanzia 'Furto e incendio' "tratta di due garanzie accessorie, normalmente riguardanti immobili, autovetture o macchinari. In base alla garanzia 'Incendio', l’assicurazione indennizza l'assicurato per i danni materiali e diretti causati da incendi, scoppi, fulmini, esplosioni che hanno colpito i beni assicurati, anche se provocati da guasti interni alla vettura (ad esempio, problemi all'impianto elettrico o surriscaldamento del motore)".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI