Home . Soldi . Economia . Sei senza lavoro? Ecco che ti spetta

Sei senza lavoro? Ecco che ti spetta

ECONOMIA
Sei senza lavoro? Ecco che ti spetta

(Fotogramma)

Sia per chi è inoccupato che disoccupato le agevolazioni non mancano. Prima vediamo, però, le differenze tra i due termini. Gli inoccupati sono coloro che non hanno svolto alcuna attività lavorativa né come dipendenti né tantomeno come autonomi. Per essere riconosciuti come tali è necessario essere alla ricerca di un'occupazione ed essere iscritti al Centro per l'impiego da almeno 6 mesi per i giovani. Il disoccupato, invece, è colui che un posto di lavoro lo aveva, ma lo ha perso.

Le agevolazioni riconosciute oggi a queste due categorie sono più o meno le stesse. Ad esempio, a differenza degli anni scorsi sia per gli inoccupati che per i disoccupati spetta l'esenzione dal ticket sanitario, come tra l'altro confermato da una recente circolare del Ministero del Lavoro. Discorso differente per la Naspi (indennità di disoccupazione) che, invece, può essere richiesta solamente dai disoccupati. Per averne diritto, infatti, è necessario aver perso un impiego per cause indipendenti alla propria volontà, nonché aver maturato almeno 13 settimane contributive negli ultimi 4 anni e 30 giorni di lavoro effettivo nell'ultimo anno. Per questo motivo coloro che non hanno mai avuto un lavoro non possono richiedere l'indennità di disoccupazione, pur potendo aderire alle iniziative del Centro per l'impiego, finalizzate al loro inserimento nel mercato del lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.