Home . Soldi . Economia . Migranti, Toninelli bacchetta l'Ue

Migranti, Toninelli bacchetta l'Ue

ECONOMIA
Migranti, Toninelli bacchetta l'Ue

(Fotogramma)

L'Unione europea è una "torre d'avorio di burocrazia e finanza" che deve "tornare ad ascoltare i suoi popoli" perché "se non supera le sue tendenze egoistiche, è davvero in grossi guai". E' il messaggio lanciato - in un'intervista all'agenzia tedesca Dpa - dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli che ricorda la "rabbia" degli italiani verso l'Ue sul fronte immigrati. L'Ue "si sta dimostrando incapace di capire che la propria sopravvivenza dipende da questo problema" spiega.

"I vincoli dell'UE hanno senso solo se non ostacolano obiettivi sacrosanti come il rilancio degli investimenti, la lotta alla povertà, la tutela del benessere dei cittadini o il taglio delle tasse", ha aggiunto Toninelli che ha anche assegnato "un punteggio molto alto" ai primi 100 giorni del governo Conte.

Per il ministro infine i rapporti tra Lega e M5S "sono stati finora corretti e fruttuosi" dopo quella guidata da Matteo Salvini è stata "l'unica forza politica" che "lealmente e coerentemente" si è offerta di cooperare con i grillini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.