Home . Sostenibilita . Appuntamenti . 'L'arte della sostenibilità' al Salone della Csr

'L'arte della sostenibilità' al Salone della Csr

La quinta edizione il 3 e 4 ottobre all’Università Bocconi a Milano

APPUNTAMENTI

Due giorni con 85 eventi, 161 organizzazioni, 305 relatori: torna a Milano il 3 e 4 ottobre il Salone della Csr e dell’innovazione sociale che per l’edizione 2017 ha come tema L’arte della sostenibilità. E l’arte avrà un ruolo importante nella due giorni in Bocconi, grazie alla partecipazione di un maestro di fama internazionale come Michelangelo Pistoletto, di Fabio Ferrone Viola, conosciuto per le creazioni basate sul riciclo di materiali, e di alcuni giovanissimi musicisti di Under 13 Orchestra.

Il 3 ottobre, durante l’evento di apertura della manifestazione, tre musicisti fra i 9 e i 12 anni insieme alla loro docente eseguiranno il concerto RV522 dall’Estro Armonico per due violini di Antonio Vivaldi. I giovanissimi esecutori appartengono a Under 13 Orchestra, un progetto ideato dalla Fondazione La Nuova Musica.

Sempre il 3 ottobre, grazie a Generali Italia, sarà possibile assistere alla nascita di un’opera d’arte in diretta, tramite il programma Valore Cultura, che ha l'obiettivo di avvicinare famiglie, giovani, clienti e dipendenti al mondo dell’arte, attraverso l’accesso agevolato a mostre, spettacoli teatrali, eventi ed attività di divulgazione artistico-culturale.

L’artista Fabio Ferrone Viola realizzerà dal vivo un’opera per illustrare il suo concetto di arte a supporto della sostenibilità. Gli spettatori saranno coinvolti in prima persona: durante la performance potranno ispirare l’artista condividendo tramite i propri profili social frasi, idee e pensieri legati alla sostenibilità ambientale, con l’hashtag #ValoreCultura. I contributi condivisi dal pubblico saranno proiettati in sala per essere letti da tutti i presenti e dare ispirazione a Ferrone Viola, che alla fine della sua esibizione sceglierà tra questi il titolo della sua opera.

Il 4 ottobre alle 13 negli spazi del Salone verrà realizzata dall’associazione Made in Carcere un’installazione con tessuti di recupero che rappresenterà il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto. L’artista sarà presente all’incontro Creare valore con la cultura in carcere, un’occasione per riflettere sull’impatto delle attività culturali nelle carceri e sul valore del riciclo e del riuso, in linea con i principi dell’economia circolare.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI