Home . Sostenibilita . Best Practices . Premio Sviluppo Sostenibile 2016, Anemotech tra le 10 migliori tecnologie

Premio Sviluppo Sostenibile 2016, Anemotech tra le 10 migliori tecnologie

Con The Breath, il tessuto che abbatte l’inquinamento

BEST PRACTICES
Premio Sviluppo Sostenibile 2016, Anemotech tra le 10 migliori tecnologie

La start-up italiana Anemotech Srl è stata selezionata tra le 10 migliori tecnologie candidate al Premio per lo Sviluppo Sostenibile 2016, riconoscimento assegnato alle imprese italiane che raggiungono risultati ambientali rilevanti con iniziative innovative. La giuria del premio, organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile in collaborazione con Ecomondo e con l’alta adesione del Presidente della Repubblica, ha selezionato Anemotech tra le numerose aziende in lizza nella categoria “start-up dedicate alla green economy”.

A convincere la giuria sono state le caratteristiche di The Breath , l’innovativo tessuto che adsorbe, trattiene e disgrega le molecole inquinanti presenti nell’atmosfera, garantendo una costante riduzione dell’inquinamento ambientale all’interno di abitazioni, uffici, sale d’aspetto e altri locali aperti al pubblico.

Sviluppato e brevettato in Italia, The Breath è in grado di trattenere le molecole inquinanti generate dal traffico urbano e dalle emissioni degli impianti di riscaldamento, odori, batteri e muffe lavorando in modalità passiva, ossia sfruttando unicamente la naturale circolazione dell’aria, senza parti meccaniche o circuiti che richiedano l’alimentazione da fonti energetiche esterne di origine elettrica o fossile.

“Siamo molto contenti di essere stati selezionati per un riconoscimento tanto prestigioso per una tecnologia che abbiamo presentato al pubblico solo pochi mesi fa - dichiara Gianmarco Cammi, inventore di The Breath e direttore operativo di Anemotech Srl - Questa nomina è non soltanto l’autorevole conferma dell’interesse suscitato da The Breath e dell’ottima accoglienza che stiamo riscontrando ovunque, ma è anche un'ulteriore ricompensa per la nostra scelta di attendere i tempi lunghi di una rigorosa validazione scientifica prima di portare il prodotto sul mercato”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI