Home . Sostenibilita . Best Practices . Urban Award, un premio per progetti di mobilità sostenibile

Urban Award, un premio per progetti di mobilità sostenibile

BEST PRACTICES
Urban Award, un premio per progetti di mobilità sostenibile

(Fotolia)

Con un bando che ha stanziato 35 milioni di euro, quest'anno le amministrazioni sono state invitate dal ministero dell’Ambiente a formulare proposte per una mobilità alternativa e sostenibile. In tante hanno dovuto mettersi a tavolino a ripensare la mobilità cittadina presentando proposte concrete. Nasce così L'Urban Award, un premio, ideato da Ludovica Casellati, direttore di Viagginbici.com e realizzato con la collaborazione di Anci, CosmoBike Show e il patrocinio del ministero dell’Ambiente.

Il premio vuole far conoscere le soluzioni che i Comuni sopra i 20mila abitanti stanno realizzando o programmando, per educare e invogliare i propri cittadini a utilizzare sempre di più i mezzi pubblici o le biciclette per gli spostamenti giornalieri. "Gli obiettivi che mi piacerebbe che l’Urban Award perseguisse - dice Ludovica Casellati - sono due: innescare una gara virtuosa tra i Comuni per cambiare passo verso una mobilità sempre più green e far conoscere attraverso i mezzi di comunicazione i progetti più efficaci e sostenibili”.

Il premio mette in palio un viaggio stampa che porterà nel Comune vincitore dieci giornalisti italiani a testare sul campo la bontà del progetto di mobilità sostenibile.

“Nei nostri Comuni -dichiara Veronica Nicotra, segretario generale Anci- si stanno diffondendo moltissime esperienze di mobilità dolce e virtuosa, soluzioni innovative non abbastanza conosciute e che meritano di essere premiate e divulgate affinché siano replicate sul territorio. La sensibilizzazione dei cittadini rimane un fattore imprescindibile perché la transizione alla mobilità sostenibile avvenga con successo. Per tale ragione Anci promuove con entusiasmo iniziative come l'Urban Award".

Per Barbara Degani, sottosegretario al ministero Ambiente, “non si può più aspettare, l'aria che respiriamo dipende anche da noi, la terra che vogliamo lasciare ai nostri figli non può prescindere da un'educazione ecologica e sostenibile, le buone pratiche che si riescono ad attuare, sono patrimonio di tutti, con questo premio si può sicuramente condividere una filosofia nuova”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI