Home . Sostenibilita . CSR . Dal Brasile all'India, Lush Spring Prize premia la rigenerazione

Dal Brasile all'India, Lush Spring Prize premia la rigenerazione

CSR

Provengono da Paesi di tutto il mondo e si sono distinti per aver dimostrato come sia possibile, con approcci diversi, mirare a ottenere una società più attenta alla rigenerazione: dal recupero di ambienti danneggiati fino alla creazione di piattaforme in grado di dar voce alle comunità più emarginate. Sono gli 11 vincitori del Lush Spring Prize, premio nato da una collaborazione tra Lush Fresh Handmade Cosmetics ed Ethical Consumer e volto a devolvere un fondo di circa 230mila euro a favore di progetti di rigenerazione sociale e ambientale.

Uno dei vincitori, il Timbaktu Collective, ha ricevuto un premio per il proprio operato nel distretto Anantapur nel sud dell’India, un luogo caratterizzato da forte siccità e in una difficile situazione dal punto di vista ecologico. Dal 1991 Timbaktu ha lavorato al fianco di 20.763 famiglie per educare la comunità alla conservazione, alla rigenerazione naturale e allo sviluppo sociale ed economico.

"Nulla è più importante del mantenimento di una relazione virtuosa con la natura - sottolinea Siddharth Rao, direttore di Ecologia e Conservazione di Timbaktu - Come società abbiamo tutti una importante responsabilità nei confronti dell’ambiente, responsabilità che spesso viene dimenticata nella ricerca costante di crescita e di ritorno economico".

I vincitori del Lush Spring Prize sono stati premiati durante una cerimonia di due giorni tenutasi all’Emerson College, nell’East Sussex.

Nel dettaglio il fondo è stato così ripartito: cinque Intentional Project Awards (11mila euro ciascuno) sono stati assegnati a Benaa (Egitto), Instituto Compassos (Brasile), Soft Foot Alliance (Zimbabwe), MontBio (Spagna) e Regeneration Project: Granada (Spagna). Si tratta di progetti nati da poco e pronti ad avviarsi. Tre Young Project Awards (28mila euro ciascuno) sono stati assegnati a Mining Watch Romania, Indigenous Climate Action (Canada) e Soils, Food and Healthy Communities (Malawi). Sono progetti recenti (di 1-5 anni) che mirano a crescere.

Due Established Project Awards (28mila euro ciascuno) sono stati assegnati a Sustainable Agriculture Tanzania e The Timbaktu Collective (India). Entrambe le organizzazioni sono state considerate come modelli di rigenerazione in grado di resistere nel tempo. La Via Campesina si è aggiudicata l’Influence Award (28mila euro), per la sua attività di lobbying e la sua campagna di sensibilizzazione con la quale mira a informare politici e opinione pubblica a sostegno di piccoli agricoltori ecologici in tutto il mondo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI