Home . Sostenibilita . In Pubblico . Lumezzane, scuola e municipio più efficienti. Si aggiudicano il premio Sviluppo Sostenibile 2016

Lumezzane, scuola e municipio più efficienti. Si aggiudicano il premio Sviluppo Sostenibile 2016

Nella categoria 'edilizia green'

IN PUBBLICO
Lumezzane, scuola e municipio più efficienti. Si aggiudicano il premio Sviluppo Sostenibile 2016

La riqualificazione energetica di due edifici pubblici del Comune di Lumezzane (Brescia) riceve il Premio Sviluppo sostenibile 2016 nella categoria 'edilizia green'. Il progetto, realizzato da Innowatio, società specializzata in interventi di efficientamento energetico e in gestione della domanda energetica integrata per la Pubblica Amministrazione, riguarda la scuola secondaria “Serafino Gnutti” e il municipio del paese i cui impianti sono stati dotati di sistemi di telecontrollo per gestire al meglio i consumi.

La scuola “Serafino Gnutti”, edificata in varie epoche a partire dalla fine degli anni ’30, è stata oggetto di interventi (dal cappotto termoisolante dell’edificio all’isolamento del solaio, dalla sostituzione dei serramenti esistenti alla realizzazione di un nuovo impianto di generazione fino all’installazione di pannelli fotovoltaici e alla sostituzione di tutti gli apparecchi di illuminazione) che hanno permesso di ridurre i consumi termici di oltre il 50%, quelli elettrici di oltre il 40% e di tagliare del 55% la Co2 negli ambienti.

Il sistema di monitoraggio e telecontrollo gestito da remoto consente di monitorare in ogni momento la temperatura degli ambienti. Inoltre, sono stati installati dei misuratori Co2 nelle aule che ne rilevano il livello e segnalano quando è necessario il ricambio d’aria.

riqualificazione del municipio di Lumezzane ha consentito la riduzione dei consumi termici di oltre il 65%, una riduzione dei consumi elettrici di oltre il 10% e il 50% di Co2 evitata negli ambienti. I risultati mostrano vantaggi notevoli in termini economici per la collettività locale, con un risparmio annuo di oltre 30.000 euro tra scuola e municipio, rispetto alla spesa storica sostenuta dall’Amministrazione.

Nel complesso, attraverso gli interventi effettuati, Innowatio ha raggiunto, a parità di prestazioni, una riduzione dei consumi di oltre il 60%. “Le possibilità di realizzare interventi simili in altri comuni della pubblica amministrazione sono molto alte. Il nostro è un modello in cui il privato realizza e finanzia progetti di efficienza energetica", spiega Mario Daviddi, responsabile del settore Pubblica Amministrazione di Innowatio.

"I comuni non pagano nulla - aggiunge - ottenendo risparmi notevoli sui costi energetici e di consumo, e ripagano il servizio attraverso il risparmio in bolletta che viene condiviso. La formula del pagamento è quella di un canone annuo onnicomprensivo e fisso”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI