Home . Sostenibilita . In Pubblico . Rilancio green di Honda con il turbodiesel 'pulito' della Civic

Rilancio green di Honda con il turbodiesel 'pulito' della Civic

IN PUBBLICO
Rilancio green di Honda con il turbodiesel 'pulito' della Civic

Alla ‘diesel-fobia’ che – complici molte amministrazioni – sta colpendo il mercato europeo, Honda risponde a modo suo: anziché rinunciare a questo tipo di motorizzazioni (come stanno facendo diversi gruppi giapponesi) Honda rilancia offrendo sulla Civic – uno dei suoi best-seller - un quattro cilindri a gasolio 1.6 completamente rinnovato che può vantarsi di essere il diesel più pulito su mercato.

Il motore diesel 1.6 i-DTEC – con una potenza di 120 CV – è stato ridisegnato per offrire inediti livelli di efficienza, grazie anche a lavorazioni di precisione. Tra gli interventi, l’adozione di un blocco motore in alluminio pressofuso (per ridurre il peso), la riduzione dell’attrito dei cilindri, una conversione dei NOx più efficiente e nuovi processi produttivi.

Il risultato è che la Civic 5 porte, grazie anche all’abbinamento con la trasmissione manuale a 6 marce, presenta emissioni di CO2 di appena 93 grammi per km, in base alle nuove condizioni dei test NEDC, con un consumo medio di 3,5 l/100 km.

Inoltre il nuovo 1.6 i-DTEC si avvale di un turbocompressore con un nuovo design a ugello variabile con una velocità di rotazione controllata con precisione dall’elettronica dell’auto minimizzando il ritardo del turbo e la perdita di energia dal sistema.

Su strada, la nuova motorizzazione rafforza le ottime qualità dinamiche della decima generazione della Civic con una risposta immediata e 'piena' che si abbina, anche nella guida di tutti i giorni, a consumi davvero ridotti. A migliorare l'esperienza di guida, poi, i più avanzati dispositivi di sicurezza, come il Controllo predittivo della velocità di crociera che, grazie a una telecamera e un radar permette alla vettura di prevedere e reagire automaticamente a veicoli che “tagliano la strada” sulle autostrade a più corsie.

Peraltro, l'offensiva motoristica di Honda (nel segno di più potenza e meno emissioni) viene confermata anche dall'adozione sulla Jazz di un benzina 1.5 i-VTEC da ben 130 CV ma con consumi medi di 5,4 l/100 km ed emissioni di CO2 da 124 g/km, nella versione con il cambio automatico CVT. E' però con il cambio manuale 6 marce che la Jazz più potente di sempre (8,7 secondi per toccare i 100 km/h) trova la sua espressione più compiuta trasformando la compatta Honda - rivista leggermente nel design e negli interni - in un 'piccolo diavolo' sempre a suo agio, negli scatti brucianti come nelle lunghe trasferte.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.