Home . Sostenibilita . Risorse . Rinnovamento del parco eolico, ma manca la pianificazione

Rinnovamento del parco eolico, ma manca la pianificazione

600 Mw arriveranno ad avere 20 anni da qui al 2020

RISORSE
Rinnovamento del parco eolico, ma manca la pianificazione

Quello del fine vita degli impianti eolici è un problema sottovalutato. Non ha dubbi Massimo Derchi, ad di Erg Renew, intervenuto in occasione del convegno "Il rinnovamento dell'eolico. Un valore per l'economia, l'ambiente e il territorio", organizzato da Althesys presso la sede del Gse a Roma. "Sul nostro territorio ci sono impianti che sono stati progettati per durare 20 anni: 600 dei nostri Mw arriveranno ad avere 20 anni da qui al 2020. Ma cosa fare dopo?", chiede Derchi.

Due le opzioni. "La macchina può andare avanti uno, cinque o dieci anni mettendo in campo interventi strutturali, oppure allo scadere dei 20 anni si smantella l'impianto d se ne costruisce uno nuovo. Altrove - continua - la questione è stata affrontata, ma il punto debole dell'Italia è la pianificazione. Da noi l'operatore arriva ad avere impianti con 19 anni di età senza sapere cosa fare".

"Se questo Paese ha la volontà di far crescere l'eolico - conclude - deve iniziare a pianificare in tempo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.