Home . Sostenibilita . Risorse . 'Trump Attacks', su Il Paese della Sera il Pianeta Terra in pericolo

'Trump Attacks', su Il Paese della Sera il Pianeta Terra in pericolo

Vauro firma la copertina del nuovo numero del quindicinale gratuito distribuito a bordo treni Italo

RISORSE
'Trump Attacks', su Il Paese della Sera il Pianeta Terra in pericolo

“Pianeta Terra in pericolo: Trump Attacks!”. Vauro rilegge così la locandina del film di Tim Burton “Mars attacks” per il nuovo numero della rivista Il Paese della Sera in distribuzione gratuita da oggi fino al 25 giugno. Perché la nuova minaccia per l’ambiente mondiale non arriva dallo spazio ma dagli Usa dopo l'uscita dagli Accordi di Parigi voluta dal Presidente Trump, che rischia di compromettere gli sforzi dei Paesi che hanno deciso di invertire la rotta del surriscaldamento globale e scegliere fonti energetiche rinnovabili.

Nelle pagine del numero 10 del 2017, l’editoriale del direttore volontario Luca Mattiucci racconta dall’India la storia di rinascita di "un giovane guerriero di nome ShirShir che ha restituito la vita a 12mila persone convinto che la dignità, al di là della casta e del volere degli dei, sia un diritto di tutti".

E ancora: la sfida di Alex Zanardi per le Paralimpiadi Tokyo2020 con Obiettivo3; l’area archeologica del Pausillypon di Napoli salvata dal degrado dal crowfunding e da una rassegna musicale; le storie positive e numeri in crescita dei beni confiscati alle mafie e trasformati in beni comuni; gli esempi concreti di come il welfare di comunità sta aiutando i cittadini più fragili e quelli di inclusione scolastica dei Rom a Milano.

Nel nuovo numero anche le opportunità per avviare imprese sostenibili con il nuovo bando “Start to Be Circular; i cinque anni di Italo Treno all’insegna della responsabilità sociale d’impresa; segnalazioni di bandi e le proposte per i lettori, come i campi di volontariato estivi per la tutela del mare e delle spiagge di Legambiente.

Il progetto sociale “Il Paese della Sera” promuove l’inserimento lavorativo di ragazzi e ragazze italiani e migranti, in situazioni di disagio economico attraverso la distribuzione ogni mattina sui treni Italo a Milano e Napoli della rivista. Un gruppo di giovani avviati a una nuova esperienza lavorativa e di integrazione sociale che permette loro di studiare e costruire un futuro diverso da quello che li aspettava.

Il progetto promosso dall’organizzazione WSC con la Comunità di Sant’Egidio è sostenuto da Italo Treno, Fondazione Allianz Umana Mente, Fondazione Bracco, Fondazione Cariplo, Fondazione Con il Sud insieme a Agire e Avis Nazionale e al media partner Adnkronos. La rivista è realizzata a titolo volontario da un team di giornalisti che porta al pubblico notizie sui temi dell’innovazione sociale, un racconto lontano dalla retorica e attento a quanti sono già impegnati a costruire le risposte ai vecchi e nuovi bisogni di chi vive alle prese con la fragilità.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI