Home . Sostenibilita . Risorse . Territorio: #salvailsuolo, ancora una settimana per firmare la petizione

Territorio: #salvailsuolo, ancora una settimana per firmare la petizione

Per chiedere all’Europa norme contro il consumo e il degrado del suolo

RISORSE

Ancora una settimana per chiedere all’Europa norme contro il consumo e il degrado del suolo. C’è tempo fino al 12 settembre per firmare l’appello di People4Soil, iniziativa sostenuta dalle principali associazioni italiane ed europee a tutela di ambiente e cittadini. Si può aderire anche online, compilando con i dati del proprio documento di identità il modulo di firma sul sito www.salvailsuolo.it.

A livello europeo l’iniziativa è promossa da People4Soil, rete europea di 550 Ong, istituti di ricerca, associazioni di agricoltori e gruppi ambientalisti, sviluppatasi per promuovere una Iniziativa dei cittadini europei (Ice) volta ad introdurre una legislazione specifica sul suolo in Europa.

In Italia la raccolta firme è parte della campagna #salvailsuolo, promossa da una task force di associazioni tra cui Acli, Coldiretti, Fai, Istituto Nazionale di Urbanistica, Legambiente, Lipu, Slow Food, Wwf.

"Paghiamo conti sempre più salati alla colata di cemento che ha coperto l’Italia, serve una legge che tuteli il suolo e non possiamo aspettare ancora - dichiarano i rappresentanti della task force Salvailsuolo - perché solo salvando il nostro suolo da subito possiamo prevenire nuovi disastri ecologici e limitare i danni di alluvioni, frane e terremoti. Occorre impedire che la cementificazione prosegua divorando suolo come nei decenni passati, senza qualità né riguardo per le risorse naturali e il paesaggio agrario, perché dal suolo dipende la sicurezza di tutti. E purtroppo in Italia, ma anche nel resto d’Europa, manca una legislazione che riconosca l’imperativo di fermare il consumo di suolo".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI