Home . Sostenibilita . World in Progress . Honda, con la NSX anche le supercar diventano 'green'

Honda, con la NSX anche le supercar diventano 'green'

WORLD IN PROGRESS
Honda, con la NSX anche le supercar diventano 'green'

Una supersportiva con il cuore 'verde', dove un motore V6 da 507 CV lavora in tandem con tre propulsori elettrici. E' il 'compromesso perfetto' inseguito dalla nuova Honda NSX, erede di una mitica supercar degli anni 90, che arriva nel 2016 a testimoniare il punto più alto della ricerca del costruttore giapponese su propulsori, materiali, prestazioni e sicurezza. Un quarto di secolo dopo la prima generazione, la nuova NSX – sigla che Honda ribattezza come New Sports eXperience – mira chiaramente a definire lo stato dell'arte in un settore la cui importanza va al di là dei semplici numeri.

La nuova NSX – costruita a mano presso il nuovo Performance Manufacturing Center in Ohio - è il risultato di quasi quattro anni di intenso lavoro da parte di team di progettisti e ingegneri di tutto l' “universo Honda”. Dal design - dove, come si sottolinea in Honda, 'la forma segue la funzione - ai motori, dall'handling alla sicurezza, tutto nella NSX è progettato per alzare l'asticella a nuovi parametri.

Sul fronte propulsori, la NSX - come detto - può contare su un sistema propulsivo da 581 CV totali - gestito da un cambio a nove rapporti - formato da quattro motori: al V6 biturbo di 3,5 litri da 507 CV si affianca un’unità elettrica da 47 CV che lavora in tandem con altre due unità anteriori da 37 CV ognuna cui spetta il compito di assicurare a ogni ruota dell’avantreno il giusto carico di coppia in curva. Infatti i due motori elettrici sono in grado di manovrare indipendentemente la ruota frontale sinistra e quella destra.

Il sistema Sport Hybrid SH-AWD così permette alla NSX di stabilire il primato di prima super car al mondo a sfruttare i motori elettrici ibridi per potenziare e migliorare ogni aspetto dinamico della guida: accelerazione, frenata e curva. Il risultato è in prestazioni brucianti - 308 km/h di velocità massima e uno 0-100 inferiore ai 3 secondi - con emissioni e consumi quasi 'normali', grazie proprio all'apporto dei motori elettrici.

Ma ad evitare il rischio di 'freddezza' legato a un eccesso di tecnologia, in Honda hanno ottimizzato i diversi elementi per trasmettere in maniera fedele al conducente le emozioni e le indicazioni che arrivano da telaio e motore. Esemplare l'attenzione al sound grintoso che può però azzerarsi nel caso di modalità Quiet - una delle quattro selezionabili con una manopola sul tunnel centrale - ideale per circolare in spazi urbani con un minimo di undestatement (per quanto ne è concesso a una supercar).

La NSX si inserisce - a suo modo - in una strategia di forte accelerazione del gruppo Honda sul fronte della mobilità ecosostenibile, con un target entro il 2030 di un milione di esemplari l'anno di modelli attenti all'ambiente (ibridi, elettrici e fuell cell). Ma con un listino che parte da 191 mila euro, l'apporto della NSX sarà necessariamente limitato: la produzione dovrebbe mantenersi intorno ai 7-8 esemplari al giorno e per il 2017 in Italia sono previste non più di una decina di unità, in vendita presso un solo concessionario, a Padova.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI