Home . Sport . Gp Cina, la Ferrari vola nelle libere con Raikkonen e Vettel

Gp Cina, la Ferrari vola nelle libere con Raikkonen e Vettel

SPORT
Gp Cina, la Ferrari vola nelle libere con Raikkonen e Vettel

Kimi Raikkonen (foto Afp)

Ferrari davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere sul circuito di Shanghai dove domenica si correrà il Gp della Cina. A far registrare il miglior tempo è la 'rossa' di Kimi Raikkonen che ferma il cronometro a 1'36''896, alle sue spalle Sebastian Vettel, +0''109, terza la Mercedes del tedesco Nico Rosberg, leader della prima sessione, a +0''237, quarto il campione del mondi in carica Lewis Hamilton, +0''433, quinta la Red Bull di Daniel Ricciardo, +1''247, sesta la Toro Rosso di Max Verstappen, +1''372.

A seguire la Force India di Nico Hulkenberg, +1''631, e la Toro Rosso di Carlos Sainz Jr, +1''647. Settimo Sergio Perez, Force India, +1''673, decima la Williams di Valtteri Bottas, +1''827, 11esimo Fernando Alonso che dopo il nulla osta della commissione medica della Fia chiude con la sua McLaren a +1''832.

"L'obiettivo pole position? Non lo so, vedremo le condizioni meterologiche domani, cercheremo di sfruttare al massimo la gara a cominciare dalle qualifiche -spiega il finlandese al termine delle libere-. E' stata una giornata abbastanza complessa, c'era parecchio slittamento e difficoltà con l'aderenza però le gomme super-soft hanno funzionato un pochino meglio ed è andata abbastanza bene. La pista è stata piuttosto scivolosa, forse anche il vento ha reso la situazione più complicata".

Cauto anche Vettel, il quattro volte iridato ha chiuso alle spalle del compagno di scuderia: "Puntare alla pole position è sempre il nostro obiettivo ma è solo venerdì, è stata una giornata discreta, la macchina mi ha dato buone sensazioni, non ho visto cosa abbiano fatto gli altri ma nel complesso possiamo ancora migliorare. Il bilanciamento non è ancora ideale, vedremo cosa riusciremo a fare in gara -prosegue ai microfoni di 'Sky Sport' il pilota tedesco che sul finlandese aggiunge-. E' normale fare paragoni tra di noi, ho visto dove è andato più veloce, ha semplicemente fatto il giro migliore. Avevamo un programma diverso questo pomeriggio ed è utile confrontarci per imparare".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.