Home . Sport . Dossier Wada: "Russia coprì doping atleti a Sochi". Il Cio: "Sanzioni dure"

Dossier Wada: "Russia coprì doping atleti a Sochi". Il Cio: "Sanzioni dure"

SPORT
Dossier Wada: Russia coprì doping atleti a Sochi. Il Cio: Sanzioni dure

(Xinhua)

A Sochi fu doping di Stato. E' questa, in sintesi, la conclusione cui è giunta la commissione indipendente della Wada, presieduta da Richard H. McLaren, che ha indagato sulle gravi accuse rivolte alla Russia in merito alle Olimpiadi invernali del 2014.

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che i funzionari russi accusati nel rapporto Wada di aver permesso la diffusione di sostanza dopanti tra gli atleti russi saranno sospesi per la durata di un'inchiesta. Lo ha reso noto il Cremlino.

Nel rapporto di 97 pagine pubblicato oggi, e illustrato dallo stesso McLaren in una conferenza stampa a Toronto, la commissione indipendente della Wada evidenzia tre punti chiave emersi dalle indagini: il laboratorio antidoping di Mosca ha "protetto gli atleti russi dopati" agendo all'interno di un sistema di sicurezza statate; il laboratorio di Sochi ha messo in atto "una metodologia unica di scambio delle provette" per consentire agli atleti russi dopati di gareggiare ai Giochi; il ministro dello Sport ha "diretto, controllato e supervisionato la manipolazione" dei test con la "partecipazione attiva e l'assistenza dei servizi segreti", oltre che del centro di preparazione olimpica e dei due laboratori antidoping.

Il Cio "non esiterà a prendere le decisioni più dure possibili nei confronti di qualsiasi individuo o organizzazione coinvolti". Il presidente del Comitato olimpico internazionale, Thomas Bach, commenta così i risultati della relazione della commissione. "I risultati del rapporto indicano un attacco scioccante e senza precedenti sull'integrità dello sport e delle Olimpiadi".

Il comitato esecutivo del Cio terrà domani una conferenza telefonica nella quale potranno esserci "misure e sanzioni riguardo le Olimpiadi di Rio 2016 e studierà con attenzione le dettagliate accuse nei confronti del ministero dello Sport russo", annuncia il Comitato olimpico internazionale in un comunicato.

Da parte sua, la Wada ha poi esortato il Cio "a prendere in considerazione" l'esclusione di tutti gli atleti olimpici e paralimpici dalle Olimpiadi di Rio.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI